20 marzo 2015 • Nessun commento

30 anni di Scuola di Cucina Cordon Bleu

Lavoro

Pochi giorni fa sono stata invitata a visitare la nuova sede della Scuola di Cucina Cordon Bleu, aperta a Firenze ben 30 anni fa.

Oggi è piuttosto normale frequentare un corso di cucina: grazie a popolari trasmissioni Tv, quali Masterchef, c’è molta voglia di imparare a stare dietro ai fornelli, che lo si faccia per passione o per provare a farne un lavoro. Non è un più un hobby per signore di una certa età, ma un desiderio comune a diverse tipologie di persone, spesso uomini.

Ma nel 1985, quando Cristina Blasi e Gabriella Mari si lanciarono in questa avventura, furono due pioniere.

cristina e gabriellaRaccontano un po’ emozionate che all’inizio le prendevano per matte. Non erano (e non sono) chef, ma “semplici” appassionate, molto brave a cucinare, desiderose di insegnarlo ad altri. In realtà hanno le spalle robuste, essendo entrambe insegnanti diplomate alla Scuola Cordon Bleu di Roma – della quale la sede di Firenze è affiliata – nonché membri della Commanderie des Cordons Bleus de France. Sono anche sommelier, assaggiatrici di olio extra vergine di oliva e molto altro. Fanno questo lavoro con passione, dando vita a una realtà molto vivace, nonché un’impresa al femminile al 100% che va avanti appunto da tutto questo tempo.

Da allora ne hanno fatta di strada, e oltre ai corsi individuali, privati, hanno affiancato corsi accademici e corsi professionali per futuri chef.

Da pochi mesi hanno deciso di spostarsi nella nuova sede di via Giusti, in un bel palazzo storico con soffitti affrescati: Palazzo Panciatichi Ximenex, ben 450 mq di scuola all’interno di uno splendido palazzo fiorentino del ‘500.

nuova sede scuola di cucina cordon bleu via giusti

Durante la nostra visita abbiamo assistito a un pezzetto di lezione con uno chef d’eccezione, ovvero Marco Stabile, per un minicorso “Tre ore d’aria”, dove venivano proposti 4 piatti.

a lezione con marco stabile

Ho potuto anche assaggiare il risultato finale di due di essi: il risotto burro, pane e acciuga e una ribollita speciale dove il cavolo nero era stato sostituito dalle alghe nori (eccezionale!).

risotto con acciughe

Il calendario di corsi è davvero variegato: si va da corsi base a corsi più mirati su singoli ingredienti o ricette. Ospitano spesso chef e personaggi famosi della ristorazione, da Vito Mollica a Luca Montersino, passando per il cuoco di Oliviero e quello di IO Osteria Personale. Oltre ai corsi di cucina base generale, c’è anche alta cucina e pasticceria. Ad un certo punto si è affacciata Monica Meschini, esperta mondiale di tè e cioccolata (e non solo) che aveva appena finito una lezione.

marco stabile e monica meschini

Rispetto ai corsi e scuole di cucina che si vedono a giro in questo momento, ovvero con le postazioni stile Masterchef, qui alla Cordon Bleu preferiscono un’impostazione diversa, ovvero la prima parte, breve, è teorica e frontale, dopodichè tutti provano a fare alcuni passaggi, quelli più delicati, ma di base nella preparazione di un piatto vengono suddivisi i compiti. Questo – ci hanno spiegato le due titolari – permette sia di osservare gli errori degli altri, sia di poter fare molti più piatti, che nella versione a postazioni sarebbero impossibili da realizzare.

scuola di cucina a firenze

I corsi accademici e professionali sono ovviamente molto richiesti, perché aprono molte strade lavorative.
Fra quelli più richiesti, la scuola propone il Corso Post diploma triennale, ovvero l’European Bachelor in Arti della Cucina Italiana, equivalente ad una Laurea Triennale, per una formazione che dà diritto a crediti universitari ECTS.

Qui trovate tutte le info: http://www.cordonbleu-it.com/italiano/corsi/index.html

scuola di cucina cordon bleu

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz