22 luglio 2013 • 1 commento

Alla ricerca del fresco in Valdarno

Gelaterie

Cosa fare in un afoso sabato pomeriggio di metà luglio, se si sta cercando un po’ di fresco? Una possibilità – non potendo andare al mare – è quella di cercare rifugio in Valdarno. Appena usciti dall’autostrada, si lasciano le località di Terranuova Bracciolini e Montevarchi, per arrampicarsi sulla Setteponti, in mezzo al verde.
E’ una strada che passa attraverso vigneti, campi, casolari. Il panorama è meno scenografico del Chianti forse, ma altrettanto bello. Con scorci e punti di interesse, per noi fiorentini, da scoprire. Non ultimo anche dal punto di vista del cibo! Ho già parlato dell’Osteria dell’Acquolina, oggi voglio recensire 2 posti che avevo già visitato ma dei quali non avevo ancora parlato sul blog.

20130721-232116.jpg
Lasciato Loro Ciuffenna (ma che carino che è il centro storico!), si seguono le indicazioni per Chiassaia, e già dopo pochi metri il paesaggio cambia, sembra più di montagna e meno di campagna, con boschi che donano refrigerio e piccoli paesini arroccati che si notano qua e là. Ci si avvicina a Pratomagno. Ma in inverno chi ci vive quassù?
20130721-232124.jpgFino a giungere appunto a Chiassaia, minuscola frazione composta da un gruppo di case in pietra. Nessuna insegna, nessun cartello da turisti, ma i locali conoscono bene questo posto, un forno/alimentari dove si mangia un’ottima schiacciata.
20130721-232143.jpg
Nei momenti di massima affluenza c’è da prendere il numerino, ma a metà luglio si trovano per lo più motociclisti, turisti veneti, qualche coppietta e qualche residente che viene a fare rifornimento di schiacciata (piena o vuota).
20130721-232151.jpg

I ripieni sono quelli classici… e io ho apprezzato una schiacciata con prosciutto crudo, seppur salatissima. Hanno anche qualche dolcetto fatto in casa, qualche bottiglia di Chianti della zona e poco più. Una minuscola saletta interna e una manciata di tavoli fuori. Mi ricorda un po’ il Forno Giotto a Chiesanuova.

20130721-232233.jpgDopo tanto sale, ci voleva qualcosa di dolce e di più fresco per il palato, così dopo un po’ siamo ridiscesi a valle. Sempre nel comune di Loro Ciuffenna, sulla Setteponti Levante, al bivio dove a sinistra si va verso Loro e a destra verso San Giustino, si trova questa famosa gelateria: Cassia Vetus.

20130721-232238.jpgNon nascondo che fa un ottimo gelato, decisamente la migliore gelateria nel raggio di km. Secondo la rivista DOVE è il 4° gelato più buono in Italia. Che sia una gelateria artigianale lo si capisce leggendo qualche cartello all’interno, come questo, dove si dichiara che non si trovano conservanti o additivi in questo gelato.

gelato senza conservanti

Molti gusti sono davvero sfiziosi, ne ho assaggiati diversi e posso dire che per me i migliori sono la Nocciola (cremosissima), le albicocche e la fragola. Sembrava di mangiare frutta spremuta! Se vi piacciono i dolci a base di castagna, come il castagnaccio, provate il gusto di castagna. Interessante. Così come il cioccolato speziato (con cannella, zenzero e altri ingredienti).

20130721-232251.jpg

Il titolare Claudio è un personaggio amante della buona tavola e del buon vino, non solo del gelato. Potete divertirvi a parlarci di vino, pizza, o altre bontà.

20130721-232312.jpg

Ecco una gallery:

 

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

1 Comment on "Alla ricerca del fresco in Valdarno"

Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Lucy
Ospite

Conosco questi posti!!!!

Lucy

wpDiscuz