19 settembre 2013 • Nessun commento

Com’è andata la Vogue Night

Eventi

A distanza esatta di una settimana trovo finalmente il tempo di scrivere qualche parola sulla Vogue Fashion Night. Ci tengo a parlarne perché trovo che questa edizione sia stata davvero bellina e vedere Firenze piena di gente a passeggio, senza persone moleste (come succede a Capodanno) e con le vie tirate a lucido.. ti fa dire “vorrei che ce ne fosse una al mese!”.
Andiamo con ordine. Appuntamento con un’amica fidata ore 19.30 in piazza del Cestello e da lì a piedi verso il centro, direzione Palazzo Vecchio dove c’era la conferenza stampa del sindaco con la direttrice di Vogue Italia. Arriviamo tardi per la conferenza e … la conferenza viene da noi. Non facciamo a tempo a imboccare via Porta Rossa che una folla oceanica di curiosi, giornalisti, personaggi vari ci viene incontro, capitanata da Renzi e Franca Sozzani. Mi faccio da parte quasi spaventata! Lui mi saluta anche (era un bel pezzetto che non lo intravedevo, o meglio è facile vederlo ovunque in tv e sui giornali, ma a tu per tu era davvero tanto che non mi capitava).

vogue fashio night firenzePassato il corteo mi reco in piazza Strozzi per salutare il Bosia alle prese con uno dei 3 eventi che cura durante la serata. Arrivo fino al negozio di Luisa Spagnoli per prendere il delizioso cappellino di lana e angora. Un po’ strano provare un cappellino invernale durante una serata ancora estiva. Non sarà l’unica volta che mi capita nella serata.

nelli da luisa spagnoliPoi proseguiamo in via della Vigna, dove prima ci infiliamo da Cavallini, dove un bel ragazzo indossa dei collant a scacchiera. Mi domando se li vedro’ mai indosso a qualcuno fuori di lì. Però a lui stanno bene.

calze da uomo cavallini vogue nightProseguo per la strada, scansando altri fotografi che spara-flashano un bell’uomo. Chiedo chi è e mi sento rispondere “maddai! ma non (ri)conosci Montella?”. Lo ammetto, seguo poco il calcio.

negozio wp storeArrivo al negozio Woolrich dove c’era un’iniziativa molto simpatica: potevi indossare alcuni capi della collezione invernale (aridagli) e se eri fortunata potevi vincere il capo indossato. Penso fra me e me: chissà quanta gente ci sarà in coda! invece riusciamo ad accedere velocemente alla sala con il fotografo. Scelgo un immenso piumino bianco e la mia amica un cappottino grigio, british style. Non credo vinceremo niente, ma ci divertiamo un sacco.

foto da woolrich per la vogue nightUscite di lì torniamo verso via Tornabuoni, di fatto una mega passerella con belle ragazze, mise stravaganti, carrozze con personaggi in costume. La mascherata sarà un po’ il leit motiv della serata, a giudicare dal gruppetto in posa davanti alle vetrine di Louis Vitton.

belle ragazze davanti louis vittonLa nuova pedonalizzazione ha trasformato via Tornabuoni in una strada davvero bella. Certo, ci vorrebbero tutte le settimane eventi per ravvivare un po’ il centro.

davanti museo ferragamo by nightIl polo d’attrazione della strada era lo spazio THE SPACE, scusate il gioco di parole, con un bar, palme, divani, ecc. Era lo stesso di Pitti Immagine, ma è bello da vedere. Ci raggiunge una terza amica, sorpresa della serata.

the space via tornabuoniEntriamo anche da Ferragamo che per la serata ha preparato dei bellissimi cioccolatini a forma di scarpa. Siamo state quasi 1 ora ad ammirare le scarpe. Certi stiletto rossi che mi comprerei all’istante.

scarpe di ferragamo di cioccolataTornando indietro verso l’altra estremità di via Tornabuoni, ci infiliamo nella corte di Palazzo Antinori, adibita a piccolo mercatino di stilisti e brand emergenti. Avevano delle cose favolose, anche se mediamente care. Alla fine mi compro una collanina a forma di farfalla, che scopro essere di Alessandra Scarfò, una designer molto lanciata (sul suo sito c’è il video della Littizzetto da Fazio con indosso i suoi orecchini).

20130919-182512.jpgCambiamo zona e arriviamo in piazza Repubblica, dove Giorgio Winspeare ha preso in gestione la giostra dei cavalli: possono salire solo le donne con tacco 12. No problem! siamo attrezzate. E così una regressione infantile ci vede girare in tondo su cavalli e carrozze. Non oso fare il conto di quanti decenni sono passati dall’ultima volta che sono salita su una giostra!

20130919-224803.jpgChiudiamo il tour attraversando Ponte Vecchio o dovrei dire la discoteca. Immaginate un intero ponte trasformato in una discoteca con le hit del momento e tutta la gente – fra cui tanti stranieri increduli (chissà cosa avranno pensato… magari non si immaginavano che Firenze fosse così vivace di sera!) – che ballava neanche fossimo a Ibiza. Non avrei mai immaginato di poter ballare Pompeii sul Ponte Vecchio!

ponte vecchio by nightInsomma alle 23 sono tornata a casa, ma è stata davvero una bella serata. Grazie anche alle mie amiche con cui mi sono divertita!

vfnoAltre foto della serata VFNO:

 

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz