27 marzo 2017 • Nessun commento

Canto degli Scali, in via delle Terme

Bed and Breakfast

La settimana scorsa mi è ricapitato di fare la turista a Firenze: per lavoro ho dormito presso la struttura ricettiva Canto degli Scali in via delle Terme, un nuovo bed and breakfast arredato con uno stile davvero unico, che mi ha molto impressionato.

Appartamenti e B&B in centro

La struttura si divide su più piani, con ambienti molto diversi fra loro. In tutto sono 7 unità: 3 camere e 4 appartamenti completi di cucina e salottino. Per questa loro natura, alcuni sono più adatti alle coppie, altri alle famiglie.


All’interno di un classico palazzo fiorentino del ‘300 – avete presente le case torri con scalini un po’ ripidi e molti affacci sulla corte interna? (come del resto è il mio ufficio in Santa Croce) – è stato effettuato un grande lavoro da parte di architetti e interior designer, andando a mescolare elementi del passato, con qualcosa di più contemporaneo, con un risultato davvero armonioso.
Il tutto nel massimo rispetto della struttura originale.
Ecco quindi che agli stucchi, agli affreschi, ai tappeti, ai muri irregolari e a certi mobili, sono stati affiancati lampadari e suppellettili di design, con soluzioni di luce e spazio, a volte molto creativi (e intelligenti).

Alcuni mobili sono stati recuperati in mercatini e riadattati, alcuni oggetti sono stati commissionati ad artigiani fiorentini, come alcune lampade fatte da un artigiano in piazza dei Ciompi, altri sono stati disegnati e realizzati appositamente per questi spazi irregolari.

Canto degli aranci

Bello anche l’uso dei colori: l’appartamento dove dormivo io si giocava tutto sui toni del blu / verde, partendo da un color carta da zucchero e arrivando al verde salvia.

Era un appartamento di 89 metri quadrati, con letto a baldacchino e, nel nostro caso, culla aggiunta. Poi salottino, cucinotto, piccolo corridoio e bagno.

Di fianco al bagno una scala porta alla camera da letto con letto singolo per eventuale bambino più grande. Ma il nostro piccino ha dormito in camera con noi.

Ho potuto ammirare anche altre camere e sono tutte belle e particolari. La più incredibile è la suite all’ultimo piano, sottotetto, dove si puo’ dormire ammirando la Torre di Arnolfo (Palazzo Vecchio) che campeggia dalla grande vetrata di fronte al letto.

Canto degli Scali

Il nome della struttura e dei suoi appartamenti sono legati alla Storia di Firenze e ai Canti, ovvero gli angoli fra due strade, la cui toponomastica è legata a quel che c’era nei paraggi. Per esempio il Canto degli Aranci, fra via Verdi e via Ghibellina richiamava un giardino bellissimo, e immagino profumatissimo, che un tempo si trovava più o meno dove ora sorge il mostruoso palazzo delle Poste.

Il nome del B&B invece omaggia la famiglia degli Scali, un tempo molto potente a Firenze.

I proprietari sono due fratelli: Marco e Alessio Ducceschi che provengono dal mondo del vino, e qui hanno riversato tutta la loro energia e entusiasmo, pensando a tante piccole attenzioni verso il turista: dal wi-fi gratis alla welcome box. Non sorprende che abbiano punteggio così alto su Booking.

Per la colazione c’è una convenzione con il Bar Le Poste: si consegna una sorta di fiches al bar e si può scegliere fra colazione italiana o all’americana, io ho optato per la seconda che prevedeva uova, bacon, pancakes (ottimi!), pane caldo, succo d’arancia, caffè, acqua, ecc. tutto fresco e fatto da loro. Per mio figlio di 2 anni hanno portato pane caldo con burro e marmellata, e se volevo anche una brioches o un muffin.

Dove si trova il Canto degli Scali?

Canto degli Scali si trova in via delle Terme, ovvero quella strada che da piazza Santa Trinita porta verso Por Santa Maria. A piedi si arriva in piazza Signoria, a Ponte Vecchio e agli Uffizi in pochissimi passi!

Questo il sito: http://www.cantodegliscali.com

Sono su Facebook: https://www.facebook.com/CantoDegliScali

E anche su Instagram: https://www.instagram.com/canto_degli_scali/

Per una pura coincidenza, questa struttura si trova proprio sopra Ciro!

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz