23 febbraio 2013 • 1 commento

Corridoio Vasariano e Uffizi: il mio regalo di compleanno!

Musei e monumenti

Sabato 9 Febbraio era il mio compleanno e mi sono fatta un regalo speciale: una visita guidata al Corridoio Vasariano più Uffizi; un tour di quasi 4 ore che comprendeva anche una piccola parte per le strade di Firenze. Il gruppo era composto da poco più di una ventina di persone, quasi tutti italiani.
La guida: un ragazzo dai capelli brizzolati e dai modi pacati, piuttosto preparato (ho scoperto poi che lavora in questo ambito da tanto tempo).

vasariano e uffizi visti da ponte vecchio

Avevo già fatto la visita Uffizi + Vasariano qualche anno fa; ma questa volta, a causa dei lavori per i Nuovi Uffizi, l’ordine di visita è stato invertito. Devo dire che, col senno di poi, forse è anche meglio. Per due motivi:
Primo, in questo modo la visita al Vasariano si fa come prima cosa, quando si è freschi e riposati. Nell’altro modo ci si arriva a fine tour degli Uffizi e ormai la stanchezza comincia a farsi sentire, così come la soglia di attenzione (troppe cose da vedere! Troppe nozioni ascoltate!).
Secondo, in questo modo la visita termina dentro gli Uffizi e si è liberi di restarci quanto tempo si vuole, anche per vedere quelle sale “minori” saltate.

Storia del Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vsariano fu costruito da Vasari nel 1565, in soli 5 mesi: un vero miracolo per allora (forse anche per oggi?). Fu creato in occasione del matrimonio del figlio del Granduca Cosimo I de’ Medici, Francesco, e fu pensato come via di collegamento “sicura” fra Palazzo Pitti (residenza dei Medici) e Palazzo Vecchio (potremmo dire il loro.. “ufficio”). Pare che usassero questo passaggio sopraelevato, di poco più di 1 km, per osservare e ascoltare, non visti, gli umori del popolo. Per costruirlo non hanno sentito ragioni, entrando dentro e distruggendo tutto cio’ che si trovava lungo la loro strada, ad eccezione della torre de’ Mannelli, che impose una deviazione.
E spostando le macellerie che si trovavano sul ponte, per via del cattivo odore. Al loro posto piazzarono gli orefici, oggi le pregiate gioiellerie di Ponte Vecchio. Per secoli il Corridoio è rimasto immutato, finché Mussolini, per far buona impressione su Hitler in visita a Firenze, non decise di aprire dei finestroni su Ponte Vecchio. Pare che il Fuhrer gradì così tanto la vista, che forse fu anche grazie a questo che i nazisti decisero di salvare il ponte dai bombardamenti.

statua del cellini

Visita del Corridoio Vasariano

Oggi il Corridoio Vasariano, è famoso come museo di (auto)ritratti, ma questa scelta è recente, voluta dal direttore degli Uffizi nel 1953 (quando fu riaperto dopo i danni della Seconda Guerra Mondiale). E l’attuale allestimento è quello degli anni settanta.
Purtroppo non è possibile fare foto percio’ non posso mostrarvi i bei ritratti di Ottone Rosai, Chagalle, Guttuso, Delacroix, e molti altri. Le uniche foto che si possono fare è verso l’esterno, dalle finestre. Gli scorci che si aprono sono altrettanto belli dei quadri appesi.

Visita degli Uffizi

Uffizi gallery

Con il tour tradizionale (quello col senso normale) per accedere al Vasariano si deve necessariamente passare dalla Galleria degli Uffizi ed entrare dal secondo piano degli Uffizi. Ecco perché nel biglietto (il cui costo è molto variabile: da 10 a… 100 €) è sempre incluso il biglietto della Galleria degli Uffizi. Questa volta in teoria potevamo evitarlo, ma essendo la prima volta, credo sia stato più facile lasciarlo incluso, che gestire un’eccezione. E poi molti erano turisti, ben contenti di abbinare le due cose.

La parte di tour dentro gli Uffizi prevede i masterpiece: la Sala del Duecento (Giotto, Cimabue), Paolo Uccello, Masaccio, la sala di Botticelli, l’annunciazione di Leonardo da Vinci (unico quadro dell’artista rimasto in Toscana), la neo restaurata Tribuna del Buontalenti, e il tondo Doni di Michelangelo.
La nostra guida, Maurizio, nonostante faccia questo lavoro da anni, mantiene la passione per il suo lavoro. Lo si vede quando si emoziona ancora davanti a un quadro. Mi è piaciuto il suo modo mai urlato (al contrario di altre guide) di raccontare le bellezze di Firenze.

Ponte Vecchio e Uffizi
Nel tour di quasi quasi 4 ore c’è anche una parte esterna: Ponte Vecchio, piazza Signoria, Firenze in generale. Alla fine si esce un po’ storditi, ma ne vale la pena.

Io l’ho fatto con Florence Pass, qui trovate il sito internet:

http://www.florencepass.com/it/tour/details/uffizi-corridoio-vasariano-e-tour-a-piedi-42

Inizio 9.15 fine 13.00

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

1 Comment on "Corridoio Vasariano e Uffizi: il mio regalo di compleanno!"

Sort by:   newest | oldest | most voted
trackback

[…] fine settimana ho pubblicato 3 post sul nuovo blog:- Visita al Corridoio Vasariano e Uffizi- Food tour in centro a Firenze- Ristorante Santo Graal Scusate per il prolungarsi della doppia […]

wpDiscuz