12 luglio 2016 • Nessun commento

Da Dino a San Colombano

Ristoranti

Oggi voglio parlare di una trattoria storica che può vantarsi di avere davvero una lunga tradizione: è aperta, sempre gestita dalla stessa famiglia, dal 1897! Poco prima dell’Unità d’Italia, la famiglia Raveggi, da Milano si stabilì nel piccolo borgo di San Colombano, nell’area di Casellina e Torri, oggi inglobata nel Comune di Scandicci.

Allora c’erano poche case, una chiesa e un ruscello con tanto di mulino. E Giuseppe, detto Geppo, aprì una bottega che fungeva da punto di sosta e di ristoro per le carovane. Nel corso nel Novecento si conferma come luogo dove mangiare, nonché di utilità sociale (fra le tante cose è stato il primo luogo pubblico per telefonare). Passate le guerre, negli anni ’50 diventa una trattoria a tutti gli effetti e prosegue nella sua vocazione popolare, con un menù tipico della cucina toscana.

trattoria da dino san colombanoAttira cantanti, politici, attrici internazionali… e rimane legato alla tradizione toscana, dove regna protagonista indiscussa la ciccia (alla quale si affiancavano i pesciolini fritti pescati nell’Arno). Di generazione in generazione giunge nelle mani di Paolo, che con passione prosegue la storia del babbo, del nonno e del bisnonno.

paolo dino san colombanoNel menù la pagina della carne è piuttosto estesa: coniglio alla cacciatora, piccione o tacchino al forno, pollo fritto, agnello al tegame, trippa alla fiorentina, peposo, francesina, stracotto… e la famosa bistecca alla fiorentina, che qui è davvero a livelli elevati. Cottura al sangue, consistenza, sapore sono da manuale. Parlando con alcuni amici gourmet, ho avuto conferma che questa trattoria si contende il titolo di bistecca più buona del territorio.

bistecca fiorentina docNei primi piatti svettano le pappardelle alla lepre e la pappa al pomodoro, che non lesina di olio.

pappardelle lepreOvviamente se sei vegetariano o non ami la carne, questo non è il ristorante che fa per te. Praticamente assente qualsiasi proposta veggie, ad esclusione di un po’ di verdure grigliate o un’insalata.

bistecca fiorentinaDa una parte penso che di questi tempi non sia facile proporsi come ristorante specializzato nella ciccia: fra l’aumentare dei vegetariani e vegani, o quantomeno veg-friendly, e il proliferare di studi scientifici che mostrano un nesso fra l’eccesso di carne (rossa) e l’insorgere di malattie cardiovascolari o tumori, c’è sicuramente una sensibilità diversa rispetto a qualche decennio fa. Dall’altra provo rispetto per un posto la cui identità è chiara, e non insegue le mode snaturando la propria vocazione. Credo che per loro non sia un momento facile, ma se qualcuno mi chiedesse dove andare a mangiare una buona bistecca, ecco che saprei dove mandarlo.

bistecca alla fiorentinaI prezzi sono onesti: i secondi di carne vanno dai 7 ai 13 €. La bistecca costa 4,40 € all’hg. I contorni 4 €.

Non è male neppure il vino locale: un Chianti Colli Fiorentini di San Michele a Torri.

vino chianti

Da una decina di anni hanno aperto anche una Locanda al primo piano con alcune camere in affitto, così se volete bervi un bicchiere in più, magari vi fermate lì a dormire!

Trattoria Dino San Colombano
Via San Colombano, 78-82 – 50018 Scandicci (Firenze)
tel (+39) 055 790005

http://www.trattorialocandadino.com

Sono segnalati anche dalla guida Slow Food.

paolo dino san colombano

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz