25 febbraio 2015 • Nessun commento

Gattobardo festival

Teatro

Da sabato 28 febbraio prende il via il GattoBardo Festival – Sulle tracce del teatro, rassegna teatrale organizzata dalla compagnia fiorentina Corte del Bardo. L’inaugurazione è prevista sabato 28 febbraio, ore 21.15, con lo spettacolo “Sorelle Materassi”.

Gattobardo_festival (640x425)

Il lancio è affidato a uno dei classici di Aldo Palazzeschi: “Sorelle Materassi”, regia di Neri Pollastri (28 febbraio ore 21,15 e 1 Marzo ore 17,15 ). Ambientato nei primi anni del novecento, nel sobborgo di Firenze, S.Maria a Coverciano, narra la vicenda di quattro donne che vivono una vita tranquilla e isolata, tre di esse sono sorelle, la terza è stata da loro accolta essendo stata respinta dal marito. Tutto sembra scorrere tranquillo fino a quando nella casa giunge il nipote Remo… Bello, pieno di vita, spiritoso…

Il cartellone prevede anche il moderno “Una patatina nello zucchero” del drammaturgo inglese Alan Bennett, diretto da Alessandro Becherucci con Aldo Innocenti, (Pietro Venè e Cristina Bacci) (Venerdì 20 marzo e Sabato 21 marzo ore 21,15) che si esibirà nel “monologo” tragicomico dalle sfumature delicate, dove si alterneranno momenti esilaranti agli attimi di tenerezza pura, ispirati da Graham, uomo di mezza età scapolo e disadattato, che vive ancora con la madre ottantenne in procinto di sposare una vecchia fiamma di gioventù.

Gattobardo1_ (640x427)

In programma anche la pièce “Il Re muore” di Eugene Ionesco, definita dallo stesso autore un vero e proprio “apprendistato della morte” in programma venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 marzo alle ore 21,15.

Non mancherà inoltre la tradizione: ecco in scena “I’Vanni e le su’dame”, spettacolo in lingua fiorentina diretto da Sandra Ballerini, in programma domenica 15 marzo ore 17,15 con Pietro Venè, Cristina Bacci e Anna Umberti.

Confermata inoltre la collaborazione con Artemisia, l’associazione di Promozione Sociale – Onlus, impegnata nella lotta contro la violenza sulle donne e i minori, con la quale sarà organizzato l’incontro ad ingresso libero Venerdì 6 Marzo ore 21,00.

Domenica 8 marzo, invece l’appuntamento con l’Emozione. In occasione della Festa della Donna, lo spettacolo “Non sarò più la stessa” di Alessandro Becherucci con Raffaella Afeltra, ispirato al monologo “Lo Stupro” di Franca Rame, sarà interamente a favore di Artemisia.

Gattobardo_2 (640x427)

Ma non finisce qui, spazio infatti a “Parole e Musica”: tre eventi ad ingresso gratuito a cura di Neri Pollastri, durante i quali alcuni dei più importanti musicisti della scena italiana parleranno dei loro progetti illustrandoli con momenti di musica dal vivo, proiezione di video e presentazione di dischi. Si parte giovedì 5 marzo alle ore 21,00 con l’incontro con il musicista Riccardo Tesi, organettista e leader del gruppo “Banditaliana”. Seguirà giovedì 12 marzo alle ore 21,00 la presentazione del disco “Fuori dal pozzo” in compagnia di Enrico Fink e Arlo Bigazzi ed infine giovedì 19 marzo alle ore 21,30 si parlerà di “Banda Improvvisa”, insieme agli ideatori Orio Odori e Giampiero Bigazzi.

In programma inoltre due importanti incontri ad ingresso libero: martedì 10 marzo alle ore 18,00 l’evento dal titolo “Che mi venisse un colpo” : per parlare di prevenzione e assistenza all’Ictus cerebrale in compagnia dell’Associazione A.L.I.Ce Firenze Onlus

Martedì 17 marzo, ore 18,30 sarà presentato un progetto per l’imprenditoria giovanile dal titolo GiovaniSI’…. LAVORA

Chiuderà il Festival martedì 31 marzo alle 18,30 l’incontro ad ingresso libero “Ciak si gira: dal palco allo schermo”, proiezione di corti cinematografici di giovani registi emergenti a cura di Massimiliano Ferroni con Simone Cantini, Mehdi Ben Temine e Claudio Corvari.

Il GattoBardo Festival è presente anche sui social:

Facebook (www.facebook.com/pages/GattoBardo-Festival-Sulle-tracce-del-Teatro/293503227433339)

Twitter (@GattobardoF)

Il sito ufficiale www.cortedelbardo.it. L’hashtag ufficiale del Festival è #gattobardofestival

 

 

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz