22 ottobre 2013 • 5 commenti

Gli hamburger “drogati”

Bar e pausa pranzo

Un altro martedì che ero a tenere un webinar sono tornata a pranzo con le ragazze di Register. Stavolta la strada è stata davvero corta: La Drogheria in piazza Annigoni. C’ero stata diversi mesi fa, ma non ne ero uscita entusiasta, e infatti non ne avevo parlato nel blog (volevo dargli una “seconda” possibilità). In quell’occasione avevo preso delle polpettine, ma tutti mi dicevano che la specialità sono gli hamburger. Così ho detto, stavolta ne provo uno.

la drogheriaMa prima, due parole sono doverose sull’ambiente. Trovo che abbiano fatto un lavoro eccellente nell’arredamento. Davvero bello. Molto contemporaneo, quasi da città americana o inglese. Poltrone comode e un po’ vintage, lampade stupende, pareti in pietra. Tutto molto bello. Purtroppo devo dire che al calore che comunica l’ambiente, non sempre corrisponde il calore nel servizio. So che forse mi aspetto troppo a pretendere il sorriso da parte di chi lavora nei posti al pubblico e il buongiorno quando entri, ma è un vero peccato.

la drogheria interniPerché quel posto lì ha tutte le carte in regola per diventare un luogo da habitué. Io su quelle poltrone mi ci sprofonderei per ore, ma non ora che ho la sensazione che dopo un po’ che sei lì, dai quasi fastidio. Insomma non credo che mi indicherebbero dove si trova la presa di corrente per il mio Mac (come fanno invece allo Sweet). Anche le cameriere dovrebbero essere un po’ più accoglienti.

Detto questo veniamo al cibo. Hanno un menù sfizioso, dal quale ordinerei diversi piatti. Alla fine opto per un hamburger vegetariano. Mi ispirava il fatto che fosse con il tofu. Insieme al panino (immenso, più pane che condimento) ti portano patatine fritte che ti mangeresti a tonnellate e salsine. Nel complesso mi è molto piaciuto.

hamburger vegetarianoEcco il menù con i prezzi, dove vedete che hanno anche altro. Le due ragazze che hanno preso il primo, mi hanno detto che era buono. Nella tovaglietta ci sono i canali Social (però nessuno mi ha ri-twittato o commentato) e una simpatica idea: segnala le tue ricette “drogate”, ovvero scrivi la tua ricetta e forse loro la inseriscono in menù.

Nel complesso comunque per un pranzo ogni tanto va più che bene.

menu del giorno

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

5 Commenti on "Gli hamburger “drogati”"

Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
22 ottobre
Ospite

Che figata l’hamburger con il tofu, voglio provarlo anch’io! Ma ho notato dalle foto che non salva comunque dalle calorie 🙁 Patatine, salsine… Però che bontà! 😉

26 ottobre
Ospite

che articolo spocchioso

Alessandra
Ospite

Ciao Elena,
ti consiglio di provare a tornarci per l’aperitivo. Non tanto per il buffet, quanto per gli splendidi cocktail “drogati” del bravissimo Marco. Ottime le versioni classiche ma eccellenti quelle rivisitate e speziate. Intensa la caipiroska alla paprika, divertente il margarita al basilico e bravissimo Marco nel consigliare e stupire ogni volta con un gusto diverso e particolarissimo. Per veri amanti del cocktail!!! 🙂

wpDiscuz