8 dicembre 2018 • Nessun commento

Hard Rock Cafè: cene aziendali di Natale e colazioni per famiglie

Ristoranti

Qualche giorno fa sono stata all’Hard Rock Cafè a pranzo, per provare il menù che hanno studiato per le feste di Natale. Non lo sapevo, ma da diversi anni, offrono alle aziende la possibilità di fare cene aziendali sotto le feste a un prezzo molto interessante.

Noi siamo in genere molto prevenuti quando si parla di cucina americana, perché pensiamo sempre a fast food e cibo spazzatura, e pochi conoscono le varietà delle diverse aree degli Stati Uniti. Io ho già parlato della filosofia culinaria di Hard Rock, e della voglia di valorizzare il territorio, sia americano che italiano (leggi qui l’articolo di qualche tempo fa).

Per esempio la cucina del Tennessee, Stato da cui provenivano i due fondatori del primo Hard Rock, si distingue per l’affumicatura, applicata con un metodo ben preciso. con un’affumicatrice ad hoc e a lenta cottura. Ecco perché le ribs, ovvero le costine di maiale, qui hanno un sapore particolare (davvero buone!) e sono “umide” anziché secche.

Cene aziendali

Il menù per le cene aziendali ha una doppia opzione: o cena a 2 portate con piatto principale e dessert, oppure cena a 3 portate con antipasto, piatto principale e dolce. Il primo menù costa 30 €, il secondo 35 €. Considerato che sei in pieno centro (piazza Repubblica), e magari ti becchi pure il concerto (vedi sotto), secondo me è un ottimo prezzo.

Nel menù sono incluse alcune specialità dell’Hard Rock, che come dicevo, partono da una cucina tradizionale del Tennesse, con qualche variazione sul tema.

Per esempio nell’antipasto oltre alle classiche ribs, si possono avere gli spring rolls fatti in modo tex-mex, una cucina che unisce ingredienti americani e ricette di origine messicana. I piatti tex-mex di solito sono con carne, spezie, farina di mais, fagioli, formaggio ma anche frutti esotici quali mango, avocando e ananas. Nel nostro antipasto c’erano rolls assortiti. Davvero buoni!

Nelle opzioni di menù del piatto principale potete scegliere fra il petto di pollo grigliato ricoperto da bacon croccante, formaggio e salsa honey mustard oppure l’Original Legendary Burger con hamburger da 230 grammi con bacon, formaggio cheddar, un anello di cipolla fritta dorata, lattuga e pomodoro.

Se siete vegetariani c’è anche il Black Bean & Quinoa Burger, un hamburger vegetariano fatto con quinoa, fagioli neri e mais, con prezzemolo e peperoni rossi a dadini, servito su panino tostato con guacamole fresco e salsa chipotle aioli. Avevo già assaggiato il loro veggie burger con il cavolfiore, ma questo Quinoa Burger mi è piaciuto molto.

Per gli amanti della carne suggerisco il piatto “combo” Hickory-Smoked Barbecue con due specialità smokehouse: le hickory smoked ribs e l’hickory smoked pulled pork, servito con patatine fritte, cowboy beans e coleslaw (anche questa è una specialità americana, a base di cavolo cappuccio). Il maiale era tenerissimo oltre che molto saporito.

Se cercate un piatto più sano, c’è il salmone grigliato avvolto in una foglia di legno di cedro, guarnito da salsa barbecue agrodolce, servito con purè di patate e verdure.

I dolci sono o i famosissimi brownies oppure il cheese cake, nel nostro caso in versione Oreo, che non sapevo essere il biscotto più venduto al mondo, pare ne siano stati venduti circa 490 miliardi nel ventesimo secolo!

Una curiosità sull’Oreo, che in molte persone crea una vera e propria dipendenza, è la composizione degli ingredienti. Si pensa che siano composti da due parti di cioccolato e interno di crema di latte, ma la percentuale di cacao dentro a questo biscotto è solo del 4,6%!!! e il ripieno non ha latte o altre materie di origine animale, tanto che è a prova di vegano (il biscotto, non la torta!). E allora da cosa è composto? farina di frumento, zucchero, oli e grassi naturali, aromi, emulsionanti ecc.

Comunque se amate il dolce, non rimarrete delusi!

Ovviamente se la serata scelta prevede un concerto dal vivo, in genere il giovedì sera, nella cifra è incluso lo spettacolo. In tal caso consigliano di fissare il tavolo sul presto, per riuscire a cenare prima che cominci lo show. Ma molte serate sono libere, non ci sono live.

Dopocena ci si può trattenere e assaggiare uno dei cocktail in lista, che includono anche varianti dei più celebri mojito, margarita, gin lemon…

Se fra una cena e un drink volete curiosare per la sala, trovate le consuete memorabilia delle star che hanno donato all’Hard Rock oggetti di scena. Accanto a chitarre di icone del rock, ci sono anche capi di abbigliamento di pop star americane quali Madonna, Rihanna, Britney Spears…

Breakfast with Santa

Sabato 15 dicembre dalle ore 9.15 alle 11.15 si svolge una mattinata dedicata alle famiglie: con un Babbo Natale pronto ad accogliere i piccoli rockers e le loro famiglie. Un’occasione per preparare e consegnare la letterina direttamente nelle sue mani, sperando di essere ascoltati e di trovare sotto l’albero il regalo tanto desiderato.

A far sì che non sia solo un sogno a occhi aperti, i piccoli ospiti del Cafe fiorentino potranno scattare uno special selfie ricordo con Babbo Natale in carne e ossa.

Tutto questo facendo colazione in versione americana o continentale, dolce o salata.

Truccabimbo e intrattenimento a cura di Borntolife.it
Pacchetto bambino: € 10.00 – Pacchetto adulto: € 16.00

Ingresso gratuito per i bambini di età compresa tra gli 0 e i 2 anni

Per l’incontro con Babbo Natale è importante prenotarsi a causa di disponibilità di posti limitata, inviando un’e-mail a florence.sales2@hardrock.com o chiamando lo 055.277841.

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz