27 febbraio 2016 • Nessun commento

Il Bixtrot

Ristoranti

Ha inaugurato in Valdarno un nuovo ristorante che si chiama Il Bixtrot Excellence Experience. Ho partecipato a una sorta di pre-inaugurazione e così posso postarvi qualche foto e raccontarvi qualcosa in più. Ultimamente, avrete capito, bazzico spesso questa zona, che dista circa 30 minuti da Firenze, facendo tappa all’hotel Il Viandante. Molti conoscono il Valdarno per gli outlet Prada Espace e The Mall (anche se per questo l’uscita dell’Autostrada è un’altra), ma è una terra che offre tanto da conoscere, sia dal punto di vista naturalistico, le balze, che storico (San Giovanni Valdarno fu costruita su progetto di Arnolfo di Cambio).

Anche dal punto di vista della ristorazione ci sono posti degni di nota, dall’Acquolina, a Il Borro, al piccolo ristorante gestito da Daniele e Riccardo a Montevarchi, ma mancava finora un ristorante gourmet, più da serata romantica. E questa è stata la motivazione che ha spinto all’opera Lapo Gaetani Lovatelli d’Aragona che già gestisce lo Spazio Galeffi a Montevarchi, nonché uno dei soci del Momoyama di Firenze.

bixtrot excellence valdarnoUn ambiente più ricercato, arredato con lo stile industriale che va tanto di moda ora – pavimento in resina, librerie in ferro, muri di mattoni a vista, tanto legno di recupero – per un effetto finale un po’ vintage, che vuole richiamare un’atmosfera newyorchese, ma senza essere troppo “freddo” (bellissime le lampade). Comode le sedute. Ho parlato un po’ con l’architetto Stefano Rotesi che mi ha spiegato alcune scelte, e la difficoltà di reperire alcuni pezzi. Mi piace la filosofia di tenere i tavoli distanti l’uno dall’altro, per creare un po’ di intimità e comfort zone.

In cucina c’è Francesco Pasquini, già chef del ristorante La Torre di Loro Ciuffenna, capace di preparare piatti di pesce non banali. E’ affiancato da Angelo De Cristofaro che qui porta anche la pizza gourmet e la sua “pizza revolution”. Noi, durante la serata, abbiamo assaggiato la focaccia con salmone norvegese marinato al Brandy e ricotta mista capra/mucca e una pizza bianca al gorgonzola dolce con zucca gialla, pesto di pomodorini secchi e capperi di Pantelleria.

pizza gourmetIl menù del Bixtrot parte dal territorio toscano ma si allarga a tutto il mondo, in cerca di ispirazioni “fusion”: dalla capasanta dell’Alaska al peposo dell’Impruneta, dall’agnello neozelandese al caprino a crosta fiorita dell’Adamello. Noi abbiamo sentito un polpo alla griglia con salsa alla lattuga e burrata di Andria.

polpo alla grigliaUn punto di forza è la cantina, se si considera che il padre di Lapo, Gelasio, è una vera autorità in materia; il padre ha aiutato il figlio a selezionare le 100 etichette del cuore, con prezzi per ogni tasca. Grande protagonista è la Toscana, ma sono presenti anche Sicilia, Puglia, Veneto, Piemonte, Friuli, Val d’Aosta, Marche, Abruzzo… noi durante la serata di pre-inaugurazione abbiamo bevuto due ottimi Reisling Dr. Fischen Ockfen del 2014 e una Ribolla Gialla di Bastianich, che non mi ha convinto. Non che non fosse un buon vino, ma non mi ricorda le ottime Ribolle gialle del Friuli!

ribolla gialla bastianichOvviamente essendo in Toscana, non poteva mancare in menù la ciccia. Ecco il nostro assaggio di tagliata di manzo, con un sangiovese del Borro, il Polissena 2012.

tagliata di manzoPer avere un’idea di cosa propone il menù, e relativi prezzi, vi allego una foto scattata al Menù Assoluto (non ho capito perché si chiama così).menu bixtrot

IL BIXTROT- Via dell’Olmo 71/A, 52028, Terranuova Bracciolini (Arezzo)

Telefono fisso: 055/0942402

Orari: Lunedì – Sabato: dalle 19.00 alle 22.00 [Chiuso la Domenica]

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz