24 maggio 2017 • Nessun commento

Keesy aiuta chi lavora nel turismo

Eventi

Nei giorni scorsi è stato presentato a Firenze da Patrizio Donnini un innovativo progetto nel mondo del turismo online: Keesy, il primo servizio di check-in e check-out completamente automatizzato per chi fa home sharing.

Quante volte i proprietari di piccole strutture ricettive o che affittano stanze e case, sono impazziti per star dietro all’orario di arrivo dei turisti? Fra ritardi nei voli, incomprensioni linguistiche e imprevisti vari, aspettare l’ospite che arriva, è sempre stato fonte di stress per tutti coloro che hanno aperto attività turistiche, senza però farne diventare la primaria fonte di business (chi lo fa di mestiere ormai si è munito di personale ad hoc).

Check-in automatizzato

Ecco quindi la nascita di un Keesy Point aperto 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, dove il turista può fare il check-in in totale autonomia. Si potranno scansionare i documenti da inviare in Questura, pagare la tassa di soggiorno, e ricevere le chiavi.

Tutto facilmente, in modo automatico, tramite smartphone, tablet o computer. Si accede a una speciale Key Box dove si trova tutto l’occorrente. Ovviamente il Keesy Point è video sorvegliato.

2 italiani su 5 vogliono check-in fuori dall’orario standard

La questione non sarà apprezzata solo dai turisti stranieri, se è vero che da un’indagine effettuata da Keesy, svolta da GFK Eurisko nel mese di marzo, per il 38% degli italiani avere infatti orari definiti per fare il check-in rappresenta una difficoltà oggettiva e preferirebbero avere la possibilità di fare check-in fuori dalla fascia oraria predefinita (13/20).

Oltre alle formalità per accedere alla casa, il turista troverà in questo luogo un deposito bagagli (1 € l’ora), il wi-fi free e l’area di ricarica cellulare.

Il primo Keesy Point è stato aperto in zona Stazione, più precisamente in via Santa Caterina d’Alessandria 1/F.

Questo keesy point è il primo di una serie che verranno aperti a Roma, Milano e Venezia, in punti strategici come stazioni e aeroporti.

Keesy, start up al 100% made in Italy, nasce quindi da un’esigenza specifica: rispondere alle problematiche oggettive di chi fa home sharing, per garantire la massima flessibilità dell’Host, il proprietario che affitta, e del Guest, l’ospite che andrà a soggiornare, libero così di arrivare in qualsiasi orario senza il timore di non trovare nessuno ad accoglierlo in appartamento, bed& breakfast o affittacamere.

Per info:

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz