23 marzo 2013 • Nessun commento

Life Club: aperto o chiuso?

Eventi

Domenica scorsa apro un noto quotidiano fiorentino e leggo che un locale di San Niccolò, il Life Club, è stato multato pesantemente (26.000 €) perché a seguito di un controllo, era risultato non in regola.
Ben 8 lavoratori a nero fra i quali 2 dj, ma soprattutto erano state rilevate forti carenze igienico sanitarie.

A seguito di ciò gira voce che il locale sia stato chiuso.

locali fiorentini notiziaPassano poche ore e già mi arrivano mail e commenti di lettori che a quanto pare non devono provare molta simpatia per il proprietario del locale, Stefano Bosia, (noto PR fiorentino), perché manifestano soddisfazione per questa sanzione. Un lettore addirittura mi scrive “gli sta bene”.
Siccome conosco Stefano e so quanto ci tiene a questo locale, e mi dispiaceva per la cosa, ho pensato di chiamarlo. Anche per verificare la notizia, come mi hanno insegnato quando studiavo giornalismo all’Università: bisogna sempre verificare le notizie prima di pubblicarle.
Che sorpresa sentirgli dire che la gran parte di quelle affermazioni non corrispondevano al vero! Stando a quanto mi ha riportato lui, il controllo c’è stato, ma era tutto in regola tranne il discorso dei due dj e la multa è stata molto più contenuta. E ovviamente il locale è aperto. Tanto che Stefano ha scritto su Facebook “Siamo apertissimi: tutti puliti e tutti assunti!”.

Così dopo un paio di giorni alcuni giornali hanno pubblicato la smentita.

LifeA questo punto mi vengono alla mente amare riflessioni. Trascurando il danno d’immagine, e il fatto che prima di pubblicare una notizia si dovrebbe quantomeno verificarne l’attendibilità (del resto succede anche con cose più grosse), quello che mi lascia un po’ di tristezza è il fatto che le cattive notizie possano venire alimentate in questo modo. Mi domando chi abbia avuto interesse a screditare il locale in questione. Al di là di Stefano, che può risultare simpatico o antipatico, il problema mi pare piuttosto quello di una sorta di campagna distruttiva. E ripenso a quando Roberto Bonzio, parlando dell’Italia e in particolare della Toscana, accennava al concetto della “Sindrome del Palio“: non importa se vinco io, l’importante è che perdano gli altri.

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz