4 novembre 2012 • 6 commenti

Da Perseus a mangiare la bistecca fiorentina

Ristoranti

Una sera della settimana scorsa avevo fissato di andare a cena con alcuni “colleghi”, ovvero persone che fanno un lavoro simile al mio. Essendo il mio settore prevalentemente composto da uomini, per una volta la scelta del ristorante non si è orientata verso il genere di localino intimo, con pochi piatti in menù, spesso a base di scamorza e verdure grigliate, un po’ bistrot e un po’ wine bar – amato dalle donne che vogliono mangiare poco e stare in un posto ganzo. Al contrario, la scelta di un gruppo al maschile è stata molto chiara: bistecca.
Fra le varie proposte è emerso il Perseus. Non ci tornavo da anni, anche perché dopo la fregatura di Perseus di Fiesole m’era passata la voglia. So che in passato in tanti sostenevano che la bistecca del Perseus fosse una delle migliori di Firenze, ma ho sentito anche che oggi è molto calato. Così ho accettato per (ri)provarla.
L’ambiente è molto caratterizzato sul genere toscano – tradizionale. Oggetti vari alle pareti, per creare un ambiente da trattoria rustica, i piatti con i gigli rossi e una sfilza di bistecche crude e carni appese all’ingresso, sono dichiarazioni di intenti.

Mi sono meravigliata che fosse strapieno di lunedì sera, ma forse proprio perchè è un giorno della settimana in cui molti ristoranti sono chiusi.. Nonostante l’affollamento (c’erano persone in ognuna delle stanze di quel labirinto) il servizio è stato abbastanza celere e cortese. I camerieri hanno la battuta facile, che ai non toscani può sembrare un po’ feroce. Ma se li conosci sai che lo dicono senza malizia.

Nel nostro caso avevamo un cameriere che almeno in un paio di occasioni mi ha lasciato a metà fra l’interdetto e il divertito. Racconto questa. Un ragazzo al nostro tavolo non ama la carne al sangue. Sul menù c’è scritto chiaramente che la bistecca fiorentina si serve al sangue e non si puo’ cuocere di più, così quando lui ha chiesto al cameriere se almeno il filetto si poteva avere ben cotto, questi gli ha risposto “mai nella vita!”. Oppure a un certo punto della cena, verso la fine, è sparito. Dopo averlo mandato a cercare, è tornato e si è scusato dicendo che gli scappava di.. fumare.

Tuttavia si è distinto per un gesto molto carino: al momento dei dolci io ero indecisa fra ordinare cantuccini con vinsanto oppure il castagnaccio. Alla fine ho scelto i cantucci. E lui mi ha portato un assaggio di castagnaccio.
Veniamo alla bistecca. La qualità della carne non è male e anche la cottura va bene. Te la tagliano davanti agli occhi.

Non è la migliore che ho mangiato in vita mia, ma può rientrare fra le più buone di Firenze. Molto alta, cotta il giusto. Forse a me piace un po’ più contrasto fra la parte esterna e quella interna. Come porzioni non sono abbondantissime: queste nella foto erano 2 bistecche per 5 persone.

E infatti alla fine si spende. Eravamo in 6 e abbiamo ordinato 2 piatti di crostini, 2 cappelle di porcino alla griglia, 2 bistecche e un agnello, un po’ di patate arrosto. Da bere vino rosso della casa e acqua. Un paio di dolci. Totale spesa: 48 € a testa. Quel che ho apprezzato è che in ogni tavolo mettono un enorme contenitore di verdure crude da mangiare a volontà.
Ultima avvertenza: quando uscite fate piano, perché pare che ci sia una pazza che dal piano di sopra si lamenta sempre e chiama i vigili.

Perseus
Viale Minzoni, 10
tel. 055 588226

Non sono riuscita a trovare il sito internet (sob).

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

6 Commenti on "Da Perseus a mangiare la bistecca fiorentina"

Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
HariSeldon
Ospite

Manca il link a una foto, ma complimenti per tutto

ChiaraDC18
Ospite

Consiglio il risotto con ossobuco, eccezionale!

mrcmoia
Ospite

Su consiglio di un amico volevo provare questo ristorante…una sola cosa mi lascia un pò dubbioso…”fiorentina senza filetto”..?!??!

wpDiscuz