17 febbraio 2015 • 10 commenti

Pescheria San Pietro

Ristoranti

Ho notato la pubblicità di questo ristorante un po’ ovunque… sulle fiancate della tramvia, sui giornali, su Google Adwords e su vari siti e giornali online. La curiosità era tanta. All’inizio ero un po’ scettica perchè vista la posizione (alla stazione) pensavo fosse una classica trappola da turisti. Ma una sera che tornavo in treno, ho pensato: proviamo questo ristorante di pesce! Alla fine mi sono ricreduta.

pescheria san pietro cucina vista

In effetti la posizione è davvero comoda: alla stazione, di fronte alle scale, lato capolinea della Tramvia (la macchina l’avevo parcheggiata zona Ponte a Greve e quindi potevo comodamente tornare a casa con i mezzi pubblici).  Buffo cenare guardandola parcheggiata fuori!

pescheria san pietro vista della tramvia

Entri e ti rendi conto che l’arredamento è stato studiato bene: luci, tavoli, sedie, oggetti sparsi qua e là, mostrano che nulla è stato lasciato al caso. Scopro che il ristorante è molto più grande di quanto sembri da fuori (160 coperti???). Oltre al piano dal quale si entra, scendendo le scale, si accede a uno spazio molto ampio con tavoli di diversa foggia e funzione. Ci sono quelli con le poltroncine, quelli al bancone – forse più adatti per pranzo – quelli vintage, in legno bianco, nella saletta laterale con il pavimento in mattonelle colorate. Belli anche i bagni. Mi è piaciuta anche la cucina a vista, sia al piano superiore che inferiore.

Insomma direi un ristorante adatto sia a una riunione fra colleghi che a una cena romantica a due, basta scegliere l’angolo più adatto.

polpo croccante

Venendo al menù: oltre al menù alla carta, che include anche proposte per vegetariani, e offre una selezione di tartare, c’è la possibilità di scegliere il menù Degustazione del giorno, con un assaggio di antipasto, di primo, di secondo e di dolce, a un prezzo interessante: 42 € a persona. Io ho deciso questa opzione per fare una carrellata di vari piatti. Prima dell’antipasto un piccolo amuse bouche, molto gradito. Poi via libera all’antipasto: un pezzetto di polpo scottato, croccante, in salsa di soia, accompagnato da puré di patate. Ottimo.

strozzapreti ai frutti di mare

Come primo ho assaggiato degli strozzapreti fatti in casa ai frutti di mare, ovvero con cozze, gamberi, vongole. Non male.

grigliata di mare

Il secondo era una coreografica grigliata composta da scampi, mazzancolle e capesante, accompagnata da una patata croccante ricoperta di lardo di colonnata. Gustosa.

dolci

Infine il dolce: un assaggio di più dessert. Mi pare ci fosse un semifreddo, un cestino di crema chantilly e fragole, un bignè e un cannolo ripieno di crema.

Come vino ho scelto una bollicina classica: Saten Contadi Castaldi. Sul tavolo c’era anche la carta dei cocktail se uno avesse preferito pasteggiare con un Margarita o un Vodka Martini (questa cosa mi fa molto internazionale!).

In totale, incluse le acque, il vino, il caffè – anch’esso accompagnato da un piccolo dolcetto al cioccolato – il conto è stato di 122 € per due persone.

Il servizio è cortese, abbastanza presente. Il ritmo nel portare i piatti corretto: né troppo veloce, nè troppo rallentato.

Nel complesso lo consiglierei. In effetti per esser stato un giorno infrasettimanale, devo ammettere che era piuttosto pieno, e non solo di turisti.

Mi ha fatto incuriosire la scelta musicale – a me gradita – di musiche anni’60, al giusto livello sonoro.

Una nota mia: devo fare i complimenti a un (nuovo) ristorante che finalmente ha deciso di comunicare la sua esistenza. Come detto in apertura, ho avuto modo di imbattermi nella loro comunicazione sia nell’online che nell’off-line. Bravi. Oltre a questo ho apprezzato il fatto che sul menù ci fosse riportata la password del wi-fi. Fra le altre cose sono presenti sui vari social networks. Non so chi sia il proprietario ma si vede che è uno che ha capito che siamo nel 2015!

La cosa più “ganza”? uscire a piedi, prendere la tramvia per tornare a casa. Per un attimo mi è sembrato di essere all’estero, quando le coppie e le famiglie escono la sera con la metro o il bus, senza lo stress del parcheggio.

Pescheria San Pietro
Via Alamanni 7/R
50100 Firenze
Tel. 055 – 2382749

sito internet: www.pescheriasanpietro.it

Ho letto che fanno orario lungo, dal mattino. Credo facciano anche le colazioni, ma non sono sicura!

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

10 Commenti on "Pescheria San Pietro"

Ordina per:   più nuovi | più vecchi | più votati
Rita
Ospite
ciao Nelli, io sono stata il giorno di san Valentino e mi dispiace dirlo ma non concordo sulla tua recensione, in quanto quella sera avevano preparato un menu di san valentino con bevande escluse, a mio parere niente di eccezionale e forse un pò caro, comunque io e il mio ragazzo abbiamo optato per un menu alla carta sperando di spender meno, visto che solitamente non mangiamo tutte le portate e optando per un vino a bicchiere…considerato che su internet il menu alla carta prevedeva tutt’altro, anche pesce alla griglia e non solo crostacei e anche a prezzi più bassi,… Leggi il resto »
leonardo
Ospite

Purtroppo mi sembra che le ultime recensioni di Nelli siano un po’ troppo imparziali….in passato scriveva ciò che c ‘era da scrivere,nel bene o nel male. Adesso si legge quasi sempre di buoni ristoranti che possono avere anche piccoli difetti ma comunque buoni ristoranti. Se poi ti fidi scopri che in realtà non è così. I gusti evidentemente sono soggettivi,ma in passato Nelli ci aveva abituato a ben altri standard e leggendo il suo blog potevi tranquillamente trovar un bel posto per la serata.

martigna
Ospite

CIao Nelli, il link al sito del ristorante non funziona!

wpDiscuz