13 maggio 2014 • Nessun commento

Saloon: il country rustico dove si mangia la carne

AperitiviRistoranti

Quando un’amica mi parlò di questo posto, aperto l’estate scorsa, ammetto di esser stata un po’ prevenuta. L’idea di un ristorante che avesse gli arredi di un saloon, mi faceva pensare a una cosa per turisti, anche in considerazione della zona (siamo in centro storico, vicino al Teatro Verdi), oppure all’ennesima catena americana sbarcata a Firenze. E invece mi sono dovuta ricredere! Nato da un’idea di 2 ragazzi fiorentini, che fanno altro nella vita, vuole sì rendere omaggio a una certa impostazione culinaria, ma adattandola al nostro gusto e palato.

saloon restaurantE’ vero, l’arredamento è in stile country, seppur interpretato secondo i canoni rustici della Toscana: selle, ruote di carro, oggetti vari sono tutti recuperati dal nostro territorio. Le assi di legno sono quelle usate dai manovali nelle impalcature! Aguzzando gli occhi capirete l’origine di molti oggetti che vi circondano.20140513-103559.jpgMa tutto sommato l’effetto finale è carino. Lo studio di architetti ha fatto un bel lavoro, anche quando si è lasciato andare a idee più bizzarre; come ad esempio le lampade ricavate da manubri di vecchie biciclette, che ricordano corna di tori.

Schermata 05-2456791 alle 12.09.25La prima sala con lampadari e specchi vistosi, è più impostata a locale, essendo occupata dal grande bancone e da sgabelli più alcuni tavolini, poi si accede alla saletta più tranquilla dove cenare. Al primo piano c’è infine un’altra piccola stanzina per gruppi che vogliono stare più tranquilli (dove appunto trovate le famose lampade manubrio).

20140513-104019.jpg

Cosa si mangia? prevalentemente carne. Nella forma di hamburger che hanno i nomi dei protagonisti del cinema Western: il buono, il brutto e il cattivo.. o direttamente John Wayne! ma anche straccetti di pollo, spiedini alla griglia, lo stinco di maiale… Ovviamente se non vi piace la carne, c’è la pasta e qualche insalata. 20140513-103926.jpgIo e la mia amica, manco a farlo apposta, abbiamo preso 2 fuori menù. Lei ha ordinato le “puntine del Diavolo” ovvero una rosticciana in salsa piccante a base di paprika e peperoncino (a sentir lei buonissima) e io … indovinate? la tartara! eh eh eh. E posso dire che non era niente male. La carne era buona, servita su pane croccante, con uovo a parte e un bel contorno di verdurine.

tartara di carneIl servizio è cortese, presente ma non invadente. La musica di sottofondo è al giusto livello di decibel. Anche i dolci non sono male.

Un altro punto di forza di questo locale è il barman. Avevo incontrato Jerry ai tempi in cui lavorava al Bitter Bar dentro il Borghese Palace, e non sapevo che ora fosse qui.

20140513-103938.jpgRicordo ancora i cocktail geniali e coreografici che preparava in quel contesto (come bicchieri usava i barattoli della marmellata!). Ritrovarlo qui, con una bella carta cocktail, sfiziosa e invitante, è stato un vero piacere! Io ho ordinato un Mojito Fidel, ovvero con la birra al posto della soda e l’aggiunta di infuso alla vaniglia. La mia amica che normalmente NON beve superalcolici, ha ordinato un London Mule, ovvero un cocktail con gin, zenzero, cetriolo, succo di lime, zucchero e soda.

cocktail list saloon firenze

Dopo una certa ora, la cucina chiude e diventa solo locale per bere qualcosa.

Oltre alla cena fanno anche l’aperitivo, dalle 18 alle 21. L’idea è quella di offrire una soluzione anche a chi va a teatro lì vicino.

I prezzi? I primi sui 7 €, i secondi 11-12 € (tranne la bistecca ovviamente!), gli hamburger sugli 11 €. I drink 7 €.

Nel complesso mi è piaciuto. Atmosfera simpatica, informale. Da tornare.

Saloon Bar Grill
Via Verdi angolo via dell’Agnolo
tel. 055 – 3880034

http://www.saloonbargrill.com

Condividi l'articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter


Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

wpDiscuz