24 Marzo 2021 • Nessun commento

15 anni da blogger

Vita da blogger

Il 24 marzo del 2006 aprivo il mio primo blog, Io Amo Firenze. Allora si chiamava Firenze Night&Day, e si raggiungeva su piattaforma blogspot digitando ioamofirenze.blogspot.com (lo trovate ancora online). Se solo avessi potuto immaginare cosa mi avrebbe portato cliccare invio su quel tasto “Crea nuovo blog”…

Negli anni il blog è cambiato, dopo 7 migrò su un’altra piattaforma (WordPress) e da allora l’indirizzo è sempre stato www.ioamofirenze.com. Col tempo mi specializzai sempre più sul food & wine – ho recensito più di 500 ristoranti! – ma senza trascurare l’arte o gli eventi degni dota in città.

Per 10 anni ho bloggato tutti i giorni, raccontando la mia città. I suoi ristoranti, gli eventi, le mostre, i negozi, le cose belle e le cose che mi facevano arrabbiare.

Negli ultimi anni le mie conversazioni si sono trasferite sui social network, sia sulla pagina Facebook, che su Instagram (@nellifirenze) dove sono molto attiva.

Tante cose sono cambiate da allora: non solo per me (sono diventata mamma, mi sono sposata, ho cambiato lavoro), o per la mia adorata città che da un anno a questa parte si trova a combattere con una situazione drammatica. Ma anche per il web. Ricordo che quando cominciai a recensire i ristoranti e a fare le foto ai piatti, la gente mi guardava strano. I ristoratori non capivano perché lo facessi. In qualche caso mi hanno pure rimproverato! (ricordo un Picchi inferocito per aver osato scattare una foto alle sue patate). Oggi è una pratica più che comune, anzi potremmo dire che Internet è satura di Food Photography e blog che parlano di cibo e vino.

Rimango molto legata a questo spazio online. Anche se ci scrivo raramente, dentro di me la parte di blogger c’è sempre. Quando vedo qualcosa che mi colpisce, mi assale la voglia di scriverci sopra un pezzo. Poi il tempo manca, il lavoro incombe, il figlio reclama i suoi spazi e il post rimane per mesi in bozze. E alla fine forse è pure scaduto! Spesso mi limito a parlarne su Instagram.

Devo molto al blog Io Amo Firenze. Non soltanto per le centinaia di persone che negli anni mi ha fatto conoscere o per il lavoro che mi ha aiutato a inventare da zero. Soprattutto per le esperienze incredibili che mi ha portato a vivere.
Posso affermare che il blog mi ha cambiato la vita o meglio mi ha permesso di costruirmi una vita come la volevo io: lasciare un posto fisso, crearmi un lavoro che non esisteva, e che mi piace molto, conoscere tante persone diverse da me e tante volte poter trasmettere a loro la stessa fiducia nel web.

Cosa vuol dire 15 anni di blog?

Persone. I primi lettori affezionati, alcuni dei quali sono diventati amici nella vita, li ho incontrati con una blog cena tanti anni fa. Ma tantissimi altri li ho conosciuti negli anni. Ogni tanto mi capitava che qualcuno mi dicesse: “Ti leggevo appena arrivata a Firenze e cercavo …”. Tante persone le ho aiutate ad aprire a loro volta un blog, per trasformare una passione in un lavoro! Prima dell’esplosione dei social network, ho capito che i blog erano degli hub attorno ai quali si creavano relazioni e community.

Esperienze. In questi 15 anni ho vissuto tantissime esperienze! Dalle più piccole – visite, degustazioni, incontri, cene, presentazioni – alle esperienze indimenticabili: penso alle riprese della trasmissione giapponese NHK, penso al primo libro che ho scritto nel 2009 dedicato proprio al blog, penso a quando ho guidato una Ferrari per strada, o a quando mi venne chiesto di parlare davanti a una platea di migliaia di persone alla Stazione Leopolda.

Lavoro. Se oggi posso insegnare Digital Marketing in 3 Master universitari, se posso fare la Social Media Manager o la consulente SEO per molte aziende, lo devo anche al blog. In primis perché grazie alle migliaia di post pubblicati e indicizzati ho piano piano compreso come funzionasse Google, e come le persone usassero la Rete per cercare risposte alle loro domande. E poi perché molti lettori nel tempo hanno fatto passaparola portandomi clienti. Anche l’attività oggi legata al mondo dell’Influencer Marketing parte da lontano, da tutti quei messaggi, commenti e mail a cui rispondevo allora.

Lettori. Devo ringraziare tutti coloro che mi hanno letto e supportato (sopportato) per anni. Quelli che mi hanno “beccata” saltuariamente e quelli che mi leggevano tutte le mattine. Quelli che commentavano e oggi mi mandano whatsapp e quelli che mi hanno preso come spunto per decidere dove andare a cena! Stando alle statistiche di Google Analytics e sommando i lettori del vecchio e del nuovo blog, so che sulle mie pagine sono passate 2.543.523 persone. E che queste sono le pagine più amate del nuovo blog.

GRAZIE a tutti voi per esserci e a te che ti sei preso la briga di leggere tutto questo muro di parole.

Se vuoi lasciarmi un commento, visto che qui non è possibile, fallo pure su Facebook o su Instagram. Oppure mandami una mail. Mi farà piacere sapere se e quando il mio blog ti è stato utile.

Non so cosa ci riserverà il futuro e prego per la mia Firenze. Nel frattempo andiamo avanti.

Foto di Andrea Minnella


0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments