7 Luglio 2014 • Nessun commento

A mangiare il pesce Da Settimo

Ristoranti

Se a Luglio, come capitato a me, passate il fine settimana a Firenze  – e ne passerò diversi – vi può venire la voglia almeno di andare a cena fuori per mangiare pesce. E così sabato sera ho pensato dove posso andare? torno al Bistrò del Mare?
Era da tempo che volevo tornare a provare Da Settimo, non ricordo quando è stata l’ultima volta che ci sono stata. Ricordo che si mangiava bene, ma l’ambiente era un po’ rustico. Qualche tempo fa ho visto qualche foto su web e ho intuito che qualcosa dovesse essere cambiato. E infatti ho trovato un ambiente molto più curato e accogliente, diciamo pure intimo. Musica a livello basso (bravi!), candele e luci soft, cura nell’apparecchiatura e altri piccoli dettagli che fanno la differenza.

da settimo

A cominciare da un paio di camerieri estremamente gentili. Il nostro – con gli occhiali – era veramente cortese. Fa strano doverlo segnalare come una cosa straordinaria, ma tante volte a Firenze il servizio lascia a desiderare. Invece questo ragazzo è stato gentile, sorridente, sempre presente, ma non invadente e ha saputo consigliarci in modo giusto. Per esempio ci ha fatto notare che con 2 antipasti, 1 primo e 1 secondo, avevamo ordinato “troppo” come quantità, il che dimostra onestà e interesse del cliente.

20140707-101832-37112244.jpg

Altrettanto gradevole un’altra cameriera con i capelli lunghi, che si è accorta subito quando abbiamo rovesciato una cosa ordinata (il sorbetto) e prontamente è intervenuta a pulire e a portarci una nuova porzione! Il tutto con un sorriso stampato in faccia.

Nel menu – che ci è stato illustrato – impossibile non farsi tentare dall’antipasto misto caldo e freddo: ricco e abbondante. Comprendeva davvero tanti assaggini e posso dire che, se presa una porzione a testa, potrebbe bastare a sfamare una persona (soprattutto se donna). Ovviamente la gola prende il soppravvento e uno ordina anche altro.

cozze e vongolePer cominciare ci hanno portato una porzione di cozze e vongole che sarebbero bastate per un esercito.

20140707-101835-37115021.jpg

Poi assaggini di: baccalà alla livornese, alici marinate, polpo con sedano (ottimo!), crudo di tonno e salmone, 2 ostriche, 2 gamberi rossi di Mazara del Vallo, due assaggi di mousse alla cernia, due gamberetti e non so più cos’altro.

20140707-124800-46080032.jpg

Ogni cosa nel suo piattino, con le posate apposta, e contato per 2 persone (avevamo ordinato due antipasti) e non come a volte capita da dividere in maniera arbitraria.

20140707-124859-46139906.jpg

Come dicevo prima, per gola, abbiamo ordinato anche un primo, questo sì “to share”: i maltagliati fatti in casa con ragù di branzino. Nonostante fossimo già pieni, l’abbiamo gustato di cuore. Era buonissimo. Sono stata lungo indecisa se prendere un primo a base di vongole e bottarga fresca, ma mi hanno convinto dicendomi che la pasta era fresca.

20140707-124900-46140784.jpg

Per .. botta finale, con la torta “ricciolina” a base di agrumi. Ottima. Abbiamo preso anche un sorbetto (quello famoso che si è rovesciato) e se proprio devo trovare un difetto nella cena, è stato quello. Non mi ha fatto impazzire. Non lo consiglierei.

torta agli agrumi

Quanto abbiamo speso? 100 € in due. Prendendo i famosi due antipasti (18 €) l’uno, un primo da 14 €, i due dolci, l’acqua, e una bottiglia di Bellavista da 35 €.  Credo che se uno cominci a ordinare antipasto, primo e secondo, possa farsi male sul serio. Ma io credo anche che il pesce buono si paghi.

Nel menù hanno anche un sacco di pesci da fare al forno, alla griglia, al cartoccio… oltre a crostacei vari; ho visto passare dei piatti enormi. Tenetelo presente quando ordinate.

Nel complesso, credo la differenza di questo posto la facciano un paio di persone in sala (non so se siano tutti uguali), oltre all’ambiente. Far mangiare bene in un luogo piacevole, è il modo giusto per far tornare le persone. Il ristorante era pieno: coppie o piccoli gruppi (non credo ci sia lo spazio per tavolate),  i camerieri “frullavano”, ma non ho percepito nè nervosismo, nè risposte secche.

20140707-101833-37113282.jpg

Da Settimo
Via del Barco, 21, 50127 Firenze
tel. 055 433458

Ah, per parcheggiare, davanti non c’è molto posto, ma se proseguite dopo il sottopasso e oltre il ristorante Da Damasco (dove mi dicono ottima la bistecca) trovate un ampio parcheggio gratuito.

Se ami mangiare il pesce, leggi anche:



0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments