4 Febbraio 2019 • Nessun commento

Cinto: Cucina In Torre

Ristoranti

Sono stata di recente in questo nuovo ristorante aperto da poco a Firenze. Si chiama CINTO, che è una sorta di acronimo di Cucina in Torre, perché il ristorante si trova all’interno di un’autentica torre medievale (purtroppo sotto restauro al momento).

Da fuori potrebbe sembrare l’ennesimo vinaino che fa crostoni e bistecca. Ma la differenza sta in due dettagli: la scelta degli ingredienti – i proprietari sono grandi appassionati di cucina, nonché conoscitori di tutto il mondo SlowFood – e il cuoco, che ha lavorato fuori dall’Italia in ristoranti importanti, arrivando quindi a sviluppare uno stile tutto suo, capace di mescolare la tradizione toscana a proposte gourmet.

Ecco quindi che in menù trovate piatti classici della cucina toscana come i taglieri di affettati, tutti di alta qualità, con un’attenzione alla Garfagnana, oltre a crostini di fegatini, tagliatelle di cinghiale, tagliata, bistecca alla fiorentina…

Ma spulciando bene il menù potete individuare anche piatti più particolari, come l’ottimo crostone con moscardini in inzimino. Decisamente buono! La mia amica ha ordinato uno sformatino di zucca fuori menù.

E visto che ormai avevo cominciato con il pesce, ho proseguito con il tortello ripieno di baccalà mantecato con purè di cipolla brasata al balsamico e mandorle. Un super tortello molto scenoso e buonissimo che ci siamo divise in due!

Tartare & Burger

Come secondo piatto invece sono andata sulla carne, che è un loro punto di forza, ordinando la tartare, proposta in tre varianti:

  • tartare classica con i vari sali, con o senza uovo
  • tartare con capperi di salina e filetti di acciughe di Cetara (Presidio SlowFood)
  • tartare con i pomodori secchi, crema di olive e pinoli.

Tutte e tre le varianti possono essere ordinate in formato da 100 grammi o da 200 grammi. Io per testare la qualità della carne, sono andata sulla versione basic e mi ha pienamente soddisfatta.

La mia commensale ha invece optato per un hamburger. Anche in questo caso tre varianti – classico, gourmet e grigio – e proprio quest’ultimo è stato quello ordinato da lei. Un burger di suino grigio del Casentino con pancetta, cipolla caramellata, brie, jalapeno, salsa barbecue. Servito in modo coreografico, e accompagnato da patate. Molto buono e un po’ piccante!

Abbiamo infine smezzato un dolce, saltando zuccotto, cantuccini e cheesecake vari, abbiamo scelto una crema calda di cioccolato bianco e olio evo, con crunch di nocciola e granita al lampone. Favoloso!

Il ristorante vende anche prodotti gastronomici: dai pomodorini secchi, alle olive, passando per cioccolata e le fantastiche patatas nana che ci sono state servite col lime come antipasto.

Buona anche la selezione dei vini, noi abbiamo pasteggiato con un rosè per niente banale, consigliate dal giovane proprietario che sta studiando da sommelier.

Il menù completo, con i prezzi, lo trovate sul loro sito.

CINTO Cucina in torre

Via Matteo Palmieri 35 Firenze
(vicino Arco San Pierino. Potete parcheggiare a Sant’Ambrogio e sono nemmeno 10 minuti a piedi).

Questo il sito: http://www.cucinaintorre.it/

Sono anche su:

Instagram: https://www.instagram.com/cintocucinaintorre

Facebook https://www.facebook.com/cucinaintorre

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter


Leave a Reply

Please Login to comment