3 Ottobre 2014 • 5 commenti

Le fate: per i vegani che amano l’astrologia

Ristoranti

Oggi voglio parlarvi di un ristorante un po’ particolare… è un ristorante vegano e vegetariano, con tema astrologico! Si chiama Le Fate e ha inaugurato circa 1 anno fa. Ricordo che fui la prima a segnalarlo e per mesi i lettori mi scrissero chiedendomi come fosse. Come a volte capita, rimanda rimanda, alla fine ci sono andata soltanto lunedi scorso, grazie a una lettrice che mi ha chiesto di incontrarci. Ecco le mie impressioni.

le fate piatto gemelliCi accoglie la proprietaria, una esuberante signora che volteggia sul tacco 12 con disinvoltura e allegria, e ha questa passione per la carta del cielo. Se siete interessati al genere avrete pane per i vostri denti! Sa un sacco di cose in termini di segni zodiacali, ascendenti, lune ecc.

Schermata 10-2456934 alle 12.17.18Il menù è a tema, ovvero 12 proposte di piatti unici che corrispondo ai 12 segni (Ariete, Toro, Gemelli, ecc.) più 4 entré e 4 primi – che corrispondono agli elementi naturali (terra, fuoco, aria e acqua). Un modo carino e insolito di presentare i piatti, che sono molto creativi nella presentazione e nella scelta degli ingredienti.

piatto le fate

Non è obbligatorio ordinare il proprio segno, anzi ti consigliano di scegliere di “pancia”. E così infatti io ordino un piatto Gemelli, che non è il mio segno, ma pare io abbia qualche pianeta o allineamento in Gemelli, il che vuol dire che sono una grande comunicatrice! Ci potete credere o no, ma è comunque una cosa simpatica.

Schermata 10-2456934 alle 12.12.36

Eravamo in 3 ed arrivano dopo poco i nostri piatti. Molto scenosi. Il mio è composto da alcuni scones caldi di semi di zucca e finocchio, favolosi. Da mangiare insieme a diverse salse. Purtroppo la salsa chutney non c’è e mi propongono in alternativa la guacamole a base di avocado. Fra le altre salse c’è una maionese vegana e l’humus. In più c’è una porzione di taccole condite con verdure. Nel complesso il piatto mi piace molto. Gustoso e direi sano. I piatti unici sono piuttosto abbondanti e se ordinate uno di quello, probabilmente non prenderete altro.

le fate piatto vegano

Nel frattempo nonostante sia lunedi arriva un po’ di gente, anche sul tardi.

Poi ordiniamo i dolci. Su questo punto sono molto indecisa su che giudizio dare. Mi hanno decantato le lodi della loro Crema Chantilly vegana, che piace così tanto che ci sono clienti che la richiedono e vengono appositamente. Ma sarà che io amo i dolci molto dolci, e per me quando dici “crema chantilly” è una cosa diversa per consistenza e per sapore.. ma non ne sono stata entusiasta. Forse dovrebbero chiamarla in altro modo, anche se ho capito che tecnicamente è fatta con crema vegana e panna vegana. Comunque è un mio giudizio personale. Se amate gli esperimenti ordinatela, ma se siete legati ai dolci non vegani potreste rimanere un po’ delusi.

dolci vegani

Mi hanno detto che il 31 ottobre, quando festeggeranno 1 anno di apertura, chiuderanno questa sede e si sposteranno in via delle Ruote, di fronte all’altro ristorante vegetariano. Li faranno una formula diversa: bar di giorno, e ristorante la sera. Che dire, sono curiosa…

Le Fate
Borgo Allegri, 9 R, Firenze, Italia
telefono 055 263 8035

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter


5
Leave a Reply

Please Login to comment
4 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
A cena (vegana) con le stelle – Le Fate – FirenzeJust Me and The Cities | Just Me and The CitiesAnnecrialedaprato Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
aledaprato
Ospite
aledaprato

Belli a vedersi.
Da considerare che nei ristoranti vegani si fa un discreto uso di margarina che proprio sana non è.

cri
Ospite
cri

poche cose avete di tipico in toscana e a firenze. avete la ribollita, la pappa, la panzanella, le zuppe coi legumi, le paste col pomodoro, le bruschette e i crostini. basterebbe prendere la cucina tradizionale a cui aggiungere al massimo i vari tofu e seitan dei vegetariani e sarebbe un ristorante già nato bene. ma un vegetariano puro ama quelle salsine rosse e gialle su quelle fette pane in foto? e tutte quelle salse nei bicchierini? un vegetariano è pure un salutista. mah! non finisco mai di stupirmi a firenze.

Anne
Ospite
Anne

Ciao cri! Io invece mi stupisco sempre degli italiani che vanno al ristorante per mangiare le stesse cose che cucina la loro mamma o la nonna. Preferisco mangiare qualcosa di nuovo, se vado a mangiare fuori, e si, quelle salsine rosse e gialle e sopratutto quella verde mi ispirano molto su quelle fette di pane! E non ho bisogno che tu mi dica in che modo ho da essere vegetariana, grazie.

cri
Ospite
cri

ma certo, Anne! soprattutto per la passione con cui sono state fatte tutte quelle salsine colorate e il senso estetico con cui sono stati fatti i ghirigori. buona cena!
beh io cucino da sola. non mangio quello che fa mia mamma che non sa cucinare. ho solo un senso estetico e del gusto diverso dal vostro.

trackback

[…] Minozzi Era ancora inizio ottobre, ero ancora una ventinovenne milanese, quando ho letto su Io Amo Firenze (guru indispensabile per la mia recente ambientazione fiorentina) un post che ho […]