9 Maggio 2013 • Nessun commento

L’arte contemporanea per i bambini

Con i bambiniEventiVivere bene

Da oggi ci sarà di tanto in tanto qualche guest post di un amico: un babbo con 2 figlioli, che ama l’arte, la fotografia e il web design.
Mi ha chiesto se poteva mandarmi qualche contributo su alcuni argomenti a lui cari (arte contemporanea, bambini, verde pubblico, cose buone) e visto che ha una bella esperienza in fatto di figli, perchè dirgli di no?
Si chiama Daniele, spero che diventi una presenza interessante per Io Amo Firenze.

Palazzo Strozzi e la Strozzina per i bambini

Portare i bambini a una mostra di arte moderna può essere molto divertente: accade talvolta che alcune opere che a noi possono risultare complesse e di difficile interpretazione, siano invece a loro evidenti. A Palazzo Strozzi ogni secondo e quarto sabato del mese è possibile partecipare alle attività riservate alle famiglie, con i laboratori creativi e visite guidate a misura dei più piccoli. Inoltre mentre sono impegnati a fare e costruire, conoscere, percorrere e scoprire potete concedervi anche una pausa, rilassarvi e fare due chiacchere al caffè Giacosa, sempre nel cortile del Palazzo.

Ci sono tante iniziative che possono sviluppare la creatività ed il senso artistico, la percezione, l’abilità dei bambini oltre ad essere stimolanti anche per chi li accompagna.

Segnalo l’iniziativa “Creativi in Cortile” in concomitanza dei “Giovedì al quadrato” (Giovedì2), organizzati dal Centro per l’Arte Contemporanea La Strozzina a Palazzo Strozzi. Ogni secondo giovedì del mese dalle 18.30 alle 22.00 è possibile ascoltare musica dal vivo coinvolgendo i bambini nei laboratori per dare forma a idee e creare oggetti da condividerle con gli altri (è necessario prenotare Tel.: 055-2469600). Inoltre il giovedì dopo le 18.30 l’ingresso alla Strozzina è gratuito e al piano nobile invece l’ingresso è in offerta al 2×1. Telefonando o consultando il sito è possibile sapere le attività è in programma . Sempre il giovedì dopo le 18,30 La Strozzina organizza numerosi incontri con artisti e critici di livello internazionale (www.strozzina.org).

L’installazione dentro il cortile di Palazzo Strozzi

cortile strozzina

Il cortile Strozzi ospita in questo momento fino a circa la metà di giugno una curiosa istallazione di Federico Gori: “Di Fragilità e Potenza” (eretta in occasione della notte bianca). Essa è composta da una quercia di sughero sospesa al centro del cortile, completa delle sue radici rese aeree. Sul pavimento una serie di 150 lastre quadrate di rame sono disposte con una geometria asimmetrica su differenti piani. Se fate attenzione, ogni lastra è stata ossidata con una mascheratura di elementi naturali come foglie, radici, erba, terra. Se capitate in una giornata di pioggia, il rame bagnato dalle gocce rivela tutta la bellezza della finitura, le sfumature verdi e nere dell’ossidazione diventano maggiormente evidenti. Qualche raggio di sole verso mezzogiorno crea delle texture con le ombre delle radici sui differenti piani di rame. Di sera invece, si ha un effetto simile con la presenza delle luci che le illuminano.

Il Caffé Giacosa dentro Palazzo Strozzi

Impossibile non notare, appena entrati, il curioso lampadario che caratterizza lo stile del caffè, troneggia al centro dell’ampia sala pendendo dal soffitto a vele, parte della struttura originale del palazzo. E’ una creazione Markus Bader come le sedie a forma di petalo nero che si contrappongono armonicamente alla figura centrale del gigantesco fiore il cui ornamento è costituito dagli stessi petali delle sedie, invece bianchi.

caffe giacosa firenze

Le sedie di Bader sono parte di un progetto esposto in collezione permanente al Centre Pompidou di Parigi; le panche che sono disposte a perimetro delle pareti, ricordano quelle delle stazioni o dei treni dove i lavoratori mettevano le valigie, come da Chartier, il caratteristico ristorante ex dopolavoro ferroviario, sempre a Parigi.

Il Caffè Giacosa offre un’ottima selezione di tè della “Via del tè” accompagnata da pasticceria di ottima fattura; aperitivo nella prima serata; pranzo veloce con primi espressi e gustosi (taglieri misti di salumi, carpacci, assaggi, schiacciate ripiene) e naturalmente la caffetteria classica.

Nel cortile Strozzi c’e anche lo shop del museo. Oltre ai gadget design ha una sezione appositamente dedicata ai libri per bambini. Da Bruno Munari a Kery Smith sono esposti qualche centinaio di libri accuratamente selezionati di elevato livello qualitativo.

riviste e libri arte per bambini



0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments