10 Gennaio 2014 • 24 commenti

Miso di riso: bio bistrò vegetariano, vegano e macrobiotico!

Ristoranti

Oggi non ho postato sul blog perché ero a giro tutto il giorno per lavoro, e anche perché aspettavo di tornare a casa per recensire il nuovo ristorante provato a pranzo: il Biobistrò Miso di Riso. Ci ero passata davanti nei giorni di Natale con mia zia, e quasi volevamo fermarci a pranzo. Aveva aperto solo da un paio di settimane, purtroppo eravamo attesi a casa, così ho dovuto rinviare. E mi era rimasta la curiosità.

miso di riso
L’ingresso è davvero bello con le piante (in vendita) alle pareti. E anche l’interno è molto accogliente, con lampade colorate, sedute un po’ retrò, e ancora piante, che fanno molto bistrò parigino e in generale una bella atmosfera. Anche la musica è molto gradevole.
bio bistro vegetariano

E’ sia un locale per bere un tè o un caffè, che un posto per pranzare. Hanno un bel tavolo centrale per chi è da solo, in modo da condividere lo spazio con altri, e poi tavolini per gruppetti o coppie. Io ero con Kristina, la Community Manager di Yelp, che come me, era molto curiosa di provare questa novità fiorentina.
miso di riso interno
Prima pecca: il menù è davvero corto. Non so se siano aperti anche di sera, e se in quel caso il menù si allunghi.. sta di fatto che 5 proposte sono davvero pochine. Se poi si va a leggere in dettaglio, temo che la mia zia non avrebbe potuto fermarsi quel famoso giorno, dal momento che è celiaca. Si è vero che c’è la zuppa di miso (conterrà glutine?) ma gli altri piatti contengono tutti farinacei. In questo è molto più ricco il menù del BVeg. La cosa paradossale è che c’erano più varianti di torte salate, ma neppure un contorno puro o una zuppa di verdure.
menu di miso di riso

Per assurdo ha una lista dei vini molto più lunga, con tutte le bottiglie disponibili anche a mescita.

Io ho optato per un cous cous con verdure, che era abbondante e saporito, forse appena un po’ scotto. Kristina diceva che secondo lei sarebbe stato meglio con qualche spezia in più.
cous cous con verdureLei invece ha scelto una delle 3 torte salate proposte, mi pare avesse carciofi e forse bietole all’interno. Ed era accompagnata con dell’insalatina mista. Non siamo rimaste particolarmente impressionate. Non posso dire che fosse cattiva, anzi. Ma forse in un posto del genere hai delle aspettative molto alte. A questo punto mi toccherà tornare per assaggiare la zuppa di miso. Se ha dato il nome al locale, forse è speciale.

torta salata di verdure
A seguire abbiamo preso un dolce, un’altra torta, stavolta dolce, a base di carote, con farina di kamut dolcificata con malto di frumento. Insomma… Invece il caffè era ottimo. Ho letto che fanno anche il cappuccino di soia, bravi.
20140110-162036.jpg

Nel complesso secondo me il posto ha delle potenzialità, ma credo debbano un po’ perfezionarsi. Detto questo, sono contenta che abbia aperto a Firenze. Ce ne fossero di più di posti così. Magari se mettessero anche un wi-fi visto che i cellulari non prendono, sarebbe carino (e servirebbe anche a loro! non abbiamo potuto postare nessuna foto da lì dentro).
Come spesa un po’ altina: 39 € in due.

Biobistrò Miso di Riso
Borgo Albizi 54r

tel. 0552654094
Firenze



0 0 votes
Article Rating
24 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Forchettinagiramondo

Stesse impressioni di una mia amica che c’è stata a cena stasera.
La porzione della torta salata di Kristina mi pare piccolissima…per 9 euro…
Ci sono passata davanti qualche giorno fa ed incuriosita ho sbirciato, mi pareva molto carino però i prezzi un pò alti e le prime recensioni me lo confermato.
Speriamo aggiustino il tiro!

pat
pat
7 anni fa

Mah! In tutto questo fermento di nuovi locali a Firenze che hanno etichettato come il neo rinascimento dell’enogastronomia mi pare che sia meglio lasciare Firenze al Rinascimento a cui siamo abituati e che la caratterizza e lasciamo stare quel piatto di cous cous e la sua presentazione.

pat
pat
7 anni fa
Reply to  Elenafarinelli

non ne faccio una questione di tradizione (anche perché non sono toscana e se penso a piatti vegetariani non penso alla pappa al pomodoro) ma di senso estetico e di sapori. 4 verdure unte e straunte tagliate male e lanciate in un piatto di cous cous giallo non mi fa venir voglia di mangiare ma di lasciare il pappone nella ciotola del gatto.

Marzia
Marzia
7 anni fa

Sono stata a pranzo da “Miso di riso” lo stesso giorno della nostra grande blogger senza però incontrarci! La seguo da 10 anni ma ancora non siamo riuscite a stringerci la mano… 🙂 per una casualità del destino eravamo entrambe lì a pranzo ma divise da una colonna. Da Romana vi dico… che gioia per i miei occhi una location come questa in centro a Firenze! Mi sono innamorata di questo posto, forse da erborista è anche normale. Appare come una serra, con piante vive! Il concept è molto interessante, vendono tutto. il mobilio, i quadri (meravigliosi di artisti più o meno famosi) le deliziose suppellettili… l’idea è davvero bella. Sembra di entrare in un micromodo dove ci si può rilassare, dove si lascia fuori lo stress e il grigiore. Concordo sul fatto che il menù vada reso più vario a pranzo, ma a cena è più completo. Non sono d’accordo sul “caro”. a Firenze paghi un panino di due mesi fa anche 5 o 6 euro. Qui vengono proposti piatti interamente realizzati con materie bio. Quindi con la “sporcizia” che ci offrono la maggior parte dei localini in centro per pranzo non ho problemi a spendere uno o due euro in più per un piatto sano al 100%. Forse è vero che si possa lavorare sulla presentazione. Io ho assaggiato il cous cous che era buono e bene sgranato, Le verdure non avevano l’abito da sera ma erano saporite e bio! Avevano anima e sapore. Con la mia amica Caterina, con cui ero a pranzo, abbiamo diviso una fetta di crostata vegan. Buonissima, La migliore mai assaggiata. (niente a che vedere con il tanto decantato dolce vegan dove le cose non mi sono piaciute affatto in quanto tristi ed insipide). Voglio dare fiducia a questi ragazzi. Ma davvero tanta. Nel pomeriggio penso di tornarci con il mio compagno per prendere un tea… in una città dove tutto si sta appiattendo. Dove apro soltanto kebbabbari e indiani che vendono birre… penso che il coraggio e suppongo un investimento importante vadano soltanto premiati! Questo il mio modesto parere.

Marzia
Marzia
7 anni fa
Reply to  Marzia

volevo aggiungere che nel locale c’è il wi fi e che tutti i piatti si possono avere in versione gluten free … forse bastava chiederlo 😉

Daniele
Daniele
7 anni fa
Reply to  Marzia

Ciao Marzia,non si capisce nemmeno un po’ che ci lavori o sei la proprietaria… Guarda nemmeno un po’….

aledaprato
aledaprato
7 anni fa

Ciao Nelli,
te lo avevo già segnalato (non ho interessi di parte…) ma ti consiglio di provare La Raccolta (dalle partio di Piazzza Beccaria).

Elisa
Elisa
7 anni fa

Io ci sono sta questa sera con una mia amica e abbiamo preso 2 piatti misti, 2 dolci 1 bicchiere di vino e acqua..51,50€ sicuramente caro visto il cibo e la spesa effettiva dei piatti … Peggio è stato il servizio e il personale !

Daniele
Daniele
7 anni fa

Non basta cavalcare l’onda del veg per fare soldi facili…bisogna soprattutto saper lavorare e per quei prezzi anche stupire….. Volevo provare, ma visto i commenti e le foto non so…..

pat
pat
7 anni fa
Reply to  Daniele

il cous cous sembra il piatto di riciclo per le verdure per fare il brodo. non lo impiatterei così nemmeno per me se sono sola a casa. a firenze c’è sempre questa poco attenzione alla forma e di conseguenza al cliente che sono snervanti.

trackback

[…] d’autore e piccole botteghe artigianali e in un vicolo del centro mi imbatto in un posto Bio, “Miso di Riso” si chiama, dove troverete cose un po’ particolari, pure alimenti per vegani!! Ricorda […]

trackback

[…] place that hasn’t had the best reviews since its opening, is vegan/microbiotic restaurant Miso di Riso on borgo albizi. Sometimes I think places invest so much into the design and hype yet don’t […]

sara
sara
7 anni fa

ciao …
è proprio un bel posticino. concordo.
ci sono entrata recentemente solo per soddisfare il bisogno estetico di stare un’oretta in un bel posto… perché in realtà non sono vegana e nemmeno alla ricerca spasmodica del cibo bio…

che dire … non credo ci tornerò….

è davvero troppo caro per quello che ti offrono. peccato.
i piatti sono normali al massimo “buonini” direi e le quantità sono ridicole.
Ho preso una torta di verdure … più buona di quella che faccio io a casa certamente … ma non valeva quello che ho speso, visto che era una mini porzione.
inoltre il pane costa … 2 euro in più … e questa cosa sinceramente è un po’ antipatica…
secondo me i gestori sono molto poco accoglienti e forse al posto loro, visto che hanno aperto da pochi mesi … farei di più per far sentire benvenute le persone,
perché no, anche togliendo quella la “tassa” sul pane e soprattutto sforzandosi di fare qualche sorriso in più.

comunque ancora mi viene da ridere quando ripenso che ho sentito offrire al tavolo accanto un dolce fatto con il miele, quando il miele è proprio tra quegli alimenti che i vegani non dovrebbero assumere, o sbaglio?

Laura Epifani
Laura Epifani
7 anni fa
Reply to  sara

Questa sera siamo andate io ed una mia amica a cena al Miso di riso, che dire…la birra era cattiva, gli gnocchi facevano pena e le melanzane servite con il cacao erano pessime! Abbiamo speso SOLO €40 e non abbiamo mangiato niente. Fa schifo

cri
cri
7 anni fa
Reply to  Laura Epifani

Laura, le faccio i complimenti perché lei è un miracolo vivente in questo blog. E’ riuscita a scrivere che il cibo di un locale fa schifo senza aver letto una parola del gestore del ristorante che dice di servire quei piatti con passione e senza che siano arrivate le varie sabrine e claudio a dire che a firenze si mangia bene dappertutto ed è lei a non capire niente di cibo. Sono contenta che lei abbia potuto esprimere il suo parere senza essere attaccata per aver espresso un parere negativo.
Poi questo luogo comune della passione. A firenze sono tutti giovani con passione che investono in ristoranti. Meno male che ci mettono passione per questo servizio. Pensa se non avessero nemmeno passione.

ramon gil
ramon gil
6 anni fa

Dissappointed, We walked into this restaurant trying to escape the pizzerias that abound in Florence to spend the worst evening of the day, dishes are expensive and of poor quality also serve very small quantitie and the worst miso soup is like a cold glass of dirty water
we felt ripped