14 Gennaio 2015 • Nessun commento

Pitti 87esima edizione

Mostre

Ieri ho fatto un salto in Fortezza, per farmi un’idea di come vadano le cose, ho letto un po’ di rassegna stampa, mi sono guardata intorno, ho fatto qualche foto, ho parlato con un po’ di addetti ai lavori. E pare proprio che questo Made in Italy maschile vada a gonfie vele: se è vero che nei primi mesi del 2014 le esportazioni sono cresciute del 4.9% (pari a circa 4.5 miliardi di €) e che Pitti Uomo resiste come fiera, anzi cresce ogni anno di più, al contrario di altre manifestazioni che stanno sparendo.
La presenza di Calenda, vice ministro allo Sviluppo Economico, per confermare l’investimento del Governo nel settore moda – si dice di ben 36 milioni di € – e i discorsi del sindaco Nardella, relativi a un possibile ampliamento e miglioramento degli spazi espositivi in Fortezza, sono visti come elementi di ottimo auspicio.

pitti walking people

Questo il famoso allestimento Walkabout Pitti, che però ho trovato coniugato in modi molto eterogenei: cartelli con grafiche diverse, elementi di diversa foggia e dimensione, questi grossi tuboni metropolitani… boh, non mi ha convinto molto. In ogni caso non credo sia così rilevante!allestimento pitti uomo 87 gennaio 2015

Come va l’export moda?

E’ vero che la Russia non se la passa bene, annullando all’ultimo momento la sua presenza come Guest Nation a Pitti Uomo: le esportazioni sono in calo del -13.7%, a seguito della crisi che sta facendo crollare il valore del rublo, fra embargo, tensioni politiche e prezzo della benzina in ribasso; ma compensa la ripresa degli Stati Uniti (+7.8%) e di alcuni paesi asiatici, come la Corea, e tiene bene l’Europa. Non scordiamoci che i maggiori clienti dei nostri prodotti moda made in Italy sono molti Paesi europei: il primo posto spetta alla Francia, seguita da Svizzera, Germania, Regno Unito.

gente di pitti uomo

Cosa andrà di moda per l’uomo nell’autunno-inverno 2015/2016?

Questa è la domanda alla quale rispondere… ovviamente vista la molteplicità di marchi, stili, approcci, si potrebbe rispondere tutto e nulla. Ma voglio trascrivere alcune “dritte” rilevate a caldo da questo Pitti Uomo edizione 87.

stand brunello cucinelli pitti uomo 87

Dal bellissimo e gigantesco stand di Brunello Cucinelli, emerge il “casual sartorial” ovvero una collezione un po’ sportiva, un po’ cittadina. Via libera a maglie di ottima qualità da portare come sottogiacca, di tessuto leggero e – ovviamente – artigianale. Fra le “novità” il ritorno del Montgomery che da un pezzo non vedevamo più a giro.

Per chi frequenta la fascia luxury, sono sempre più richiesti dagli uomini i capi personalizzati, su misura.

E gli accessori? pare che per il prossimo anno, sia irrinunciabile lo zaino.

lo zaino must del 2015

Per chi preferisce uno stile più streetswear, ok a t-shirt stampate, e sneakers di ogni forma e foggia.sneakers

E per chi non vuole passare inosservato un bel papillon, magari versione tartan, come quelli di Thomas Mason per Albini.

Fra i vip avvistati in Fortezza Alessandro Cattelan, Emanuele Filiberto di Savoia, Federica Nargi, Marco Masini e la sorellina di Belen, Cecilia Rodriguez accompagnata da Francesco Monte.

cecilia rodriguez sorella di belen a pitti uomo

Poi ovviamente c’era tutta la Pitti People, dai buyer ai giornalisti, inclusi tutti coloro che si piazzano nel cortile centrale in attesa di essere fotografati. Mi sembrava di essere a Luccacomics con i Cosplay!!!

pitti 87 people

Complice la bella giornata quasi primaverile, i fotografi a caccia di look improbabili, hanno potuto dar via libera al proprio estro.

Schermata 01-2457037 alle 10.56.19



0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments