17 Febbraio 2019 • 5 commenti

Taste 2020: 15a edizione

Eventi

Eccoci alla quindicesima edizione di Taste, in viaggio con le diversità del gusto: da sabato 7 a lunedì 9 marzo 2020.

Causa Coronavirus è stato posticipato a giugno 2020: dal 5 al 7.

La manifestazione dedicata alle eccellenze della cucina festeggia i 15 anni e si tiene come di consueto principalmente alla Stazione Leopolda, dove oltre 400 aziende attendono visitatori generici o addetti ai lavori nei 3 giorni della fiera. Poi ci saranno un centinaio di eventi sparsi per la città grazie a #fuoriditaste.

Come sempre la fiera sarà articolata in più tappe: dai Taste Tour, percorsi di degustazione dei prodotti presentati dalle centinaia di aziende presenti, ai Taste Tools, l’area dedicata agli strumenti di food & kitchen design, fino ad arrivare all’area Press con libri del settore e Taste Shop, il negozio dove è possibile acquistare i prodotti esposti ed infine il Taste Ring, dove si terranno i dibattiti moderati come sempre dal Gatronauta Davide Paolini.

taste 2016

Novità Taste 2020

I LOVE FOOD è il tema di questa edizione: la passione per il cibo
nelle sue mille sfaccettature raccontata dai suoi protagonisti.

L’amore per il cibo significa golosità, piacere, passione, coinvolgimento, gioco, erotismo, scambio, sperimentazione, tradizione, etica, estetica. L’amore per il cibo è serio, è ironico, è sano, è fantasioso, è incontenibile, è pop. L’amore per il cibo è inclusivo, esclusivo, condiviso, personale, razionale, istintivo. È momentaneo, è duraturo. L’amore per il cibo è irrefrenabile.

I LOVE FOOD, il tema di questa edizione di Taste ispirerà una grande installazione nel Piazzale del Teatro del Maggio, e verrà declinato in una serie di “I LOVE FOOD – TALKS” intorno ai quali ruoteranno tanti ospiti. Si parlerà di come a tavola le persone rivelino molto di più che i propri gusti in “I LOVE FOOD L’amore goloso”; di quando amore e cibo si uniscono
e rafforzano le relazioni diventando una professione, partendo dalla storia della Alice Agnelli e Alessandro Adami di “A Gipsy in the kithcen”.

Ritroverò anche i tre giudici del programma tv ‘Cortesie per gli ospiti’: Csaba dalla Zorza, lo chef Roberto Valbuzzi e l’architetto Diego Thomas, che ho conosciuto durante le riprese della trasmissione.

Rifletteremo sul fatto che amare il cibo significa non sprecarlo – “I LOVE FOOD Senza spreco” – dal recupero e dalla ridistribuzione su larga scala, all’organizzazione sul territorio, fino alle app che rimettono in circolo il cibo invenduto. E tanto altro ancora.

Taste Ring

Tornano anche gli incontri nell’arena a cura di Davide Paolini.

Sabato 7 marzo _ ore 16.00
Attualità o meno di Pellegrino Artusi
200 anni fa nasceva il gastronomo, autore del libro di ricette più famoso di tutti i tempi. Il Gastronauta coglie l’occasione per celebrarlo e per chiedersi che ruolo abbia questo personaggio nella moderna cultura culinaria.
Interverranno: Alberto Capatti autore di “Pellegrino Artusi – Il fantasma della cucina italiana”, Luisanna Messeri autrice di “Le storie di Artusi”, mentre lo chef Fulvio Pierangelini racconterà la sua versione delle ricette artusiane.
Domenica 8 marzo
_ ore 11.00
La sostenibilità nella produzione alimentare
Un tema trasversale, di grande attualità, che coinvolge tutti, produttori, ristoratori e consumatori. Il Gastronauta ne discuterà con il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli, con lo chef Ciccio Sultano (ristorante Duomo di Ragusa Ibla), e con la produttrice di olio Francesca Cassano (Terre di Grifonetto).
_ ore 16.00
La contaminazione in cucina
Mix di sapori, consistenze e cotture conquistano le scene culinarie di tutto il mondo con una proposta gastronomica accattivante che abbatte le barriere e lascia trionfare il gusto. La contaminazione è cultura, creatività, voglia di sperimentare e di unire. Come spiegheranno: Karime Lopez chef dell’Osteria Gucci di Firenze, Giulio Picchi del ristorante Ciblèo di Firenze,
Claudio Liu, patron di IYO e del nuovo IYO Aalto entrambi a Milano, e il giornalista e ricercatore delle cucine del mondo Vittorio Castellani (Chef Kumalé).

Taste è una fiera che cresce di anno in anno, ma che vuole ancora rimanere ancorata all’idea iniziale: dare valore e visibilità ai piccoli produttori, che nelle grandi fiere di settore spariscono.

Orari e modalità di ingresso a Taste

Il tempo a disposizione per gli addetti ai lavori è la mattina del sabato e della domenica (dalle 9.30 alle 14.30), mentre la manifestazione è aperta al pubblico il pomeriggio di sabato e domenica (dalle 14.30 alle 19.30) e lunedì tutto il giorno (dalle 9.30 alle 16.30). Per gli operatori ci sono varie agevolazioni e tariffe, per il pubblico il costo è di 20 €. I bambini sotto i 10 anni entrano gratis. Divieto di girare col passeggino (giustamente visti gli spazi angusti).

Taste_0163La manifestazione, cresciuta di anno in anno, confermandosi come un appuntamento enogastronomico immancabile, ha registrato nel 2014 oltre 15.000 presenze, nel 2015 14.000, nel 2016 15.500 presenze, nel 2017 15.800 presenze, nel 2018 ci sono state 16.200 presenze. Anche nel 2019 più di 16.000 presenze.

Taste_0122

Fuori di Taste

Immancabile anche per quest’edizione sarà poi l’appuntamento Fuori di Taste, ossia tutti gli eventi organizzati in giro per la città che coinvolgeranno ristoranti, alberghi e locali. Posterò in un altro articolo gli eventi più carini e interessanti.

conferenza stampa da barthelLa sala per la conferenza stampa da Barthel, bellissima!

Condividi l'articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter


5
Leave a Reply

Please Login to comment
4 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
GraziaElenafarinellialedapratoperladarsella Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
perladarsella
Ospite
perladarsella

Ma solo a me 20 euro sembrano un prezzo spropositato?

aledaprato
Ospite
aledaprato

No, anche a me.

Grazia
Ospite
Grazia

Pago 20€
Per poter comprare i prodotti in vendita.
Ma non vi vergognate