17 Giugno 2014 • 6 commenti

Un sabato in Valdarno e Valdichiana

Shopping

Ultimante sto frequentando un po’ spesso il Valdarno – i più avveduti avranno capito il perché – e visto che ci sono, ogni tanto mi sono spinta anche più a sud, al confine fra Toscana e Umbria o Toscana e Lazio. Così è capitato che un sabato pomeriggio, con l’idea di comprarmi qualcosa per l’estate, io abbia deciso di fare un salto al Valdichiana Outlet Village.
So che da Firenze è più vicino quello di Barberino, ma visto che di fatto ero già a Terranuova Bracciolini, ho proseguito di una mezz’oretta e ci sono arrivata facilmente (quindi da Firenze è circa 1 ora di macchina). Ho sempre visto il cartello e le casette colorate, passando dall’autostrada.

outlet valdichiana
Avevo sentito dire che all’Outlet di Valdichiana si compra bene.. e infatti da vera shoe addicted quale sono, sono tornata a casa con ben 2 paia di scarpe nuove!
Avevo bisogno di un paio di sneakers comode, da viaggio, ma da poter indossare anche in città. Inizialmente sono entrata da Adidas e ne ho provate alcune, ma non ce n’era nessuna che mi stava bene. O meglio il paio che mi stavano meglio erano da uomo! (non immaginavo avessero il 38 da uomo).

20140617-134659-49619533.jpg

Poi sono uscita e ho visto che c’era il negozio Onitsuka; non ho resistito e sono entrata, sarà colpa di Kill Bill, ma da anni adoro questo brand. Inizialmente sono stata attratta da un paio a soli 20 € (purtroppo non c’era il numero), poi ne ho provate un paio blu, deliziose, a 42 €. Andata!

onitsuka blu
Dopo il primo acquisto ho girato un altro po’: al Valdichiana Outlet ci sono più di 140 negozi. Quello di Calvin Klein ha della roba bella (ci tornero’ con i saldi, tanto sono aperti 7 giorni su 7). C’è pure il negozio della Bialetti con le caffettiere colorate, a tema mondiali.

20140617-134658-49618566.jpgAlla fine, siccome la mia passione per il tacco 12 reclamava i suoi spazi, sono entrata anche da Corso Roma, dove ho trovato un paio di scarpe open toe con zeppa di corda, color blu marino.

negozio di scarpe corso roma
Dopo aver dilapidato i miei soldi all’Outlet di Valdichiana, sono tornata verso il Valdarno, fermandomi a cena a Loro Ciuffenna in un ristorantino enoteca che non conoscevo. Si chiama La Torre e si trova appunto dentro a un’antica torre, nel cuore del paese. Lo chef lo gestiva anni fa, poi decise di partire per Hong Kong e per qualche anno non se n’è saputo più niente. Ha deciso di tornare e impiegare la sua esperienza orientale, per proporre una cucina fusion che mescola ingredienti e piatti toscani a idee più innovative.

enoteca la torre loro ciuffenna

Ho mangiato bene, in un ambiente delizioso. I vini hanno un ricarico più che corretto e la carta dei vini è interessante, anche se non lunghissima. Lo consiglio!

Ristorante Enoteca La Torre
Via Dante Alighieri, 52024 Loro Ciuffenna (Arezzo)
tel. 055 917 2032



0 0 vote
Article Rating
6 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Lucia
Lucia
6 anni fa

Visto com’è bellina Loro Ciuffenna?

Sandra
6 anni fa

Ma che combinazione: di tutto il Valdarno proprio Loro Ciuffenna!
Vista la tua esperienza enogastronomica ti avrei offerto volentieri una degustazione presso la nostra az.agr. biologica che è proprio a Loro Ciuffenna: az. agr. Radici.
Spero che tu possa avere l’occasione di ritornare perché sarei proprio felice di conoscerti.
Complimenti per il tuo blog che conosco da pochissimo ma che è molto interessante e ben fatto.

Sandra
6 anni fa
Reply to  Elenafarinelli

Benissimo! Mi farebbe davvero piacere!
Se nel frattempo ti va di incontrarci, il sabato, di solito, io sono dalla mattina fino al pomeriggio inoltrato a Eataly dove gestisco il reparto Ortofrutta portando la nostra verdura e quella degli altri agricoltori valdarnesi del Mercato Coperto di Montevarchi.
Se vieni ti offro volentieri una macedonia appena fatta con dell’ottima frutta bio o una centrifuga o un piatto di cocomero fresco.
Per ogni eventualità (che sia Firenze o Loro) ti lascio il mio numero di cellulare, così non corri il rischio di fare un viaggio a vuoto.
A proposito: ho letto l’altro articolo che hai scritto sulla Bottega di Chiassaia e sul Cassia Vetus.
Varis, il fornaio di Chiassaia è mio cognato, il fratello di mio marito (Viviano) e il gelato alla castagna Perella di Claudio è fatto con la nostra farina di castagne.
Hai descritto tutto in maniera perfetta!! Sono due splendide realtà, di persone competenti che si danno un sacco da fare per offrire dei prodotti ottimi e unici.
A presto (spero…).

Sandra
6 anni fa
Reply to  Elenafarinelli

Benissimo! Mi farebbe davvero piacere!
Se ti capita di passare, ogni sabato (o quasi) dalla mattina fino al tardo pomeriggio io sono a Eataly dove gestiamo il reparto Ortofrutta portando 3 volte la settimana la nostra verdura e quella degli altri produttori del Mercato Coperto di Montevarchi. Ti offro volentieri una macedonia o una centrifuga fatte lì per lì con la frutta e la verdura fresche o una piatto del nostro cocomero.
Per ogni eventualità (che sia a Firenze o a Loro) ti lascio il mio cell. così non fai viaggi a vuoto: 347/7415802.
A proposito: ho letto l’articolo in cui parlavi della Bottega di Chiassaia e del Cassia Vetus. Varis, il fornaio, è il fratello di mio marito (Viviano) e per il gelato alla castagna Perella, Claudio usa la nostra farina di castagne. Sono davvero dei bravi professionisti che lavorano duro per offrirci i loro fantastici prodotti.
Grazie e a presto (spero….)